• mercoledì , 5 Ottobre 2022

Lecce - 25 Feb 2022

“Dolore delle foglie”, mostra di Romano Sambati al Castello Carlo V


Spazio Aperto Salento

Apre sabato 26 febbraio, alle 18, nelle sale del Castello Carlo V di Lecce, la mostra “Dolore delle foglie” di Romano Sambati. L’iniziativa, ideata da Carlo Michele Schirinzi e a cura di Roberto Lacarbonara, prodotta da Comune di Lecce – Assessorato alla Cultura, Associazione culturale Kunstschau e RTI Theutra Oasimed, raduna in 5 sezioni più di 30 opere realizzate tra il 2020 e il 2022, oltre a disegni e pitture precedenti che raccontano “Gli albori” e “L’inizio” del lavoro dedicato alla presenza iconica delle foglie.

Un’indagine che risale agli anni Ottanta quando Sambati inizia a includere, nella propria produzione, frammenti di disegni di bambini delle scuole primarie tra cui un albero spoglio, con le ultime foglie che cadono. È l’inizio di una ricerca focalizzata sulla perdita e sulla caduta, sulla fragilità e transitività degli attimi, ma anche sulla ciclicità degli eventi secondo leggi naturali.

La mostra ospiterà la proiezione del film di Carlo Michele Schirinzi, Eclisse senza cielo (2016) dedicato a Romano Sambati.  L’esposizione, accompagnata dal catalogo edito da Favia (Modugno, 2022) sarà visitabile fino al 5 giugno 2022. Accesso alla mostra consentito solo ai possessori di super green pass con mascherina fpp2.

Nota biografica

Romano Sambati nasce a Lequile nel 1938. Dopo gli studi artistici di Scultura all’Accademia di Belle Arti di Napoli, allievo dei maestri Emilio Greco e Augusto Perez, è docente di discipline pittoriche al Liceo artistico di Lecce per oltre trent’anni. Numerosi lavori, negli anni Settanta, guardano al pensiero di Lucrezio e al suo De rerum natura, una ricerca che approda alla mostra e al libro, a cura di Antonio Del Guercio, Romano Sambati. Da Lucrezio far pittura (1982).  Influenzano la sua visione grandi classici della poesia e della narrativa, da Hölderlin e Rilke, da Cechov a Faulkner, così come appaiono centrali i testi ovidiani e i riferimenti classici alla mitologia e alla tragedia greca. Tra le mostre personali più significative: 1969, Il Sedile, Lecce; 1976, Galleria L’Osanna, Nardò; 1987, Galleria Arti Visive, Roma; 1990, Galleria Extra, Taranto; 1991, Galerie Karghese, Grenoble; 1994, Galleria Neos, Santeramo; 2000, Chiesa San Nicola, Lequile; 2003, Conservatorio Sant’Anna, Lecce; 2006, San Francesco della Scarpa, Lecce; 2012, Palazzo Andreoli, Lequile. Nel 2016 il regista Carlo Michele Schirinzi dedica a Sambati il film Eclisse senza cielo presentato alla 34a  edizione del Torino Film Festival e vincitore del primo premio all’Ex/Art Film Festival.

 

 

 

 

 

  

Comunicato