• mercoledì , 30 Novembre 2022

Attualità - 24 Nov 2022

Giornata contro la violenza sulle donne, le iniziative a Copertino

Due gli appuntamenti in serata con “Fantasylandia” e “Ura Teatro”


Spazio Aperto Salento

Anche Copertino partecipa domani, venerdì 25 novembre, alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne con due appuntamenti sostenuti dal Comune. Il primo è in programma alle 18 in piazza Umberto I con la manifestazione “In nome delle donne”, realizzato dalla cooperativa sociale “Fantasylandia” in collaborazione con la Fidapa BWP-Italy.

Una riflessione originale e inedita è invece quella che, grazie allo spettacolo teatrale “Heaven – I giorni di Milena”, propone la compagnia “Ura Teatro”, in scena alle 20.30 presso l’ex convento delle Clarisse.  Lo spettacolo, che racconta dell’insorgere del movimento femminista nella Lecce degli anni ’70 a partire dal diario di Milena, una giovane militante salentina vissuta in quegli anni, è diretto da Fabrizio Saccomanno e da lui scritto con Fabrizio Pugliese e Marta Trevisi, che lo porta in scena. “Siamo certi che questo spettacolo possa costituire per la comunità un’occasione importante per ricondurre la riflessione su questa giornata alle motivazioni dell’evento cui fa riferimento, vale a dire l’uccisione delle sorelle Mirabal, avvenuta nel 1960 a Santo Domingo come risposta alle loro lotte al regime dittatoriale di Rafael Leónidas Trujillo”, spiegano gli autori.

“La giornata ci chiama infatti a raccontare, delle donne, non soltanto la forza, intelligenza e visione, e la violenza efferata che così di frequente tutto questo distrugge, ma anche l’impegno nel superare gli ostacoli che incontrano quotidianamente nel vivere, lavorare, vedere rispettate loro stesse, i loro diritti e quelli dell’ambito sociale nel quale si trovano ad operare. Ci pare quindi quanto mai necessario riflettere sulle lotte che generazioni di donne hanno affrontato e sulle tante diseguaglianze, ingiustizie e violenze che invece ancora sussistono, e vanno ad aggiungersi ai timori riguardo la tutela di quei diritti che, erroneamente, son stati dati a lungo come acquisiti in via definitiva”. Organizzazione a cura di Laura Scorrano, produzione “Ura Teatro” e Arci Lecce Solidarietà.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comunicato