• giovedì , 20 Gennaio 2022

Economia - 11 Gen 2022

Michele Zonno confermato presidente della Sezione Tessile di Confindustria Lecce


Spazio Aperto Salento

Michele Zonno è stato confermato presidente della Sezione Tessile Abbigliamento Calzaturiero di Confindustria Lecce per il quadriennio 2022/2026. Il presidente Zonno, 54 anni, è amministratore della Italian Fashion Team, con sede a Casarano, impresa specializzata in design, progettazione industriale e produzione di calzature per importanti brand del lusso.

Nel corso dell’Assemblea, che ha registrato la presenza anche del presidente reggente di Confindustria Lecce Nicola Delle Donne, sono stati eletti altresì: Rocco Gnoni (Emmegiemme Shoes), vice presidente; Martino Nicolazzo (Elata Salvatore Nicolazzo), delegato in Consiglio generale; Alessandro Benisi (Paramonte Calze), delegato alla Piccola Industria. Componenti del Consiglio di Sezione, insieme al presidente e al vice presidente, sono: Onofrio Gorga (Leo Shoes);  Giorgio Dell’Anna (Coltom); Luciano Barbetta (Luciano Barbetta srl).

Al termine delle elezioni, Michele Zonno ha tracciato a grandi linee le attività del prossimo quadriennio, che vedrà la Sezione impegnata a favorire la coesione e la collaborazione tra le imprese del Distretto, incoraggiando attività sinergiche per il consolidamento e la crescita delle stesse. “In particolare – ha detto – al fine di sostenere l’attuale trend positivo del Settore, si punterà a valorizzare le attività formative propedeutiche all’inserimento di giovani nuovi addetti e addette e, più in generale, per tutte le risorse umane, orientandole al rafforzamento del proprio know how artigianale combinato con l’utilizzo delle più moderne tecnologie e strumentazioni innovative. In tale ottica, sarà utile incrementare la collaborazione con l’Its della Moda di Martina Franca, gli Istituti tecnici industriali di Casarano, Nardò, Tricase, nonché rafforzare le relazioni tra le aziende del Distretto e il polo di formazione rappresentato dal Politecnico del Made in Italy e stimolare la cooperazione con l’Università del Salento”.

“La Sezione – ha continuato Zonno – si spenderà inoltre per l’interlocuzione con le istituzioni competenti ai vari livelli per avviare e progettare tutte le necessarie azioni atte a superare il gap delle infrastrutture fisiche e delle reti di trasporto e di quelle dedicate al traffico dati. Occorrerà puntare così a realizzare, come indicato nel Piano strategico già elaborato da Confindustria Lecce, le direttrici target di sviluppo territoriale: infrastrutture per la fibra; alta velocità e alta capacità ferroviaria sulla dorsale adriatica Bologna/Lecce; treni di collegamento tra aeroporto di Brindisi e principali località del sud Salento; avvio e rilancio dello scalo merci di Lecce/Surbo; attivazione effettiva degli investimenti in area Zes; spinta all’utilizzo dei fondi dedicati all’Accordo di Programma sul Tac, ex Pit 9, eccetera”.

 

 

 

 

 

 

 

Comunicato