• giovedì , 20 Gennaio 2022

Lecce - 18 Dic 2021

Natale al Condominio Solidale, accensione dell’albero del “corridoio verde”


Spazio Aperto Salento

Il primo albero di ferro inserito nel cosiddetto “corridoio verde”, verrà acceso domenica 19 dicembre 2021 alle ore 17, negli spazi condominiali davanti al civico 22 di via Pozzuolo, nel rione San Pio, dall’Amministrazione comunale di Lecce, unitamente a InnovAction, ed ai residenti dei condomini della stessa via. L’appuntamento costituirà anche l’occasione per scambiare gli auguri di buone feste e per presentare le attività che partiranno da gennaio, a cominciare proprio “corridoio verde”.

L’obiettivo del progetto denominato “Condominio Solidale”,  realizzato d’intesa con i residenti, è donare ombra e spazi di socializzazione a tutti i condomini. Il “corridoio verde” sarà costituito da alberi in ferro recuperato, inondati da rampicanti e da panchine in legno, anch’esso recuperato. In più verranno posizionate le rastrelliere per il parcheggio delle bici e verrà predisposta l’illuminazione per mezzo di un impianto fotovoltaico.

L’albero in ferro rappresenta il pilastro di cemento armato che, se lasciato nel degrado e nell’incuria, si spoglia dal cemento e da qui la natura, attraverso i rampicanti, riprende i suoi spazi, esplode all’interno del pilastro e se ne riappropria, così come il bello può ritornare o permanere se sono i cittadini a riappropriarsi dei propri spazi. L’accensione dell’albero sarà allietata da un carretto natalizio con panettoni, prosecco e vin brûlé, e per i più piccoli, succhi di frutta e cioccolata calda. All’iniziativa parteciperanno il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini,  l’assessora al Welfare e Politiche abitative, Silvia Miglietta, ed il presidente di InnovAction, Roberto Paladini.

Il progetto pilota “Condominio Solidale”, intende intervenire sugli edifici di edilizia residenziale pubblica che si trovano nel cuore del quartiere San Pio, a ridosso del centro storico, ricco di pendolari e studenti. Lo scopo è di integrare fra loro tutte le persone in condizioni di fragilità, in un’ottica di sviluppo e donazione reciproca del capitale sociale. Gli interventi che verranno effettuati, intendono porre in essere un percorso socializzante dei residenti, per attivare dinamiche collaborative tra di loro e nello stesso tempo rendere fruibili e frequentati gli spazi comuni. All’integrazione tra i residenti, si affianca anche il bisogno di avviare processi di ascolto delle loro necessità, attraverso un questionario-intervista, e di promozione dell’aiuto reciproco. Un obiettivo che può essere raggiunto per mezzo della riqualificazione dell’ambiente quotidiano, per allontanarlo dal rischio di una possibile ghettizzazione fisico-geografica.