• mercoledì , 29 Maggio 2024

Attualità - 31 Mag 2022

“UnderwaterMuse”, evento finale


Spazio Aperto Salento

L’Area marina protetta di Torre Chianca a Porto Cesareo, sarà teatro, mercoledì 1 giugno, alle ore 10.30, della presentazione dell’evento finale di “UnderwaterMuse” (Immersive Underwater Museum experience for a wider inclusion), che dal 3 al 5 dello stesso mese, si svolgerà fra il Museo Castromediano di Lecce e la marina dello Jonio.

Il progetto, approvato e finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia, realizzato dall’Ente regionale per il patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Dipartimento turismo, economia della Cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia, Università Ca’ Foscari di Venezia, Ente pubblico Rera SD per il coordinamento e lo sviluppo della contea di Spalato e Dalmazia e dal Comune di Kastela, dal 2019 si occupa della promozione e della valorizzazione del patrimonio archeologico subacqueo esistente sulle sponde dell’Adriatico (Puglia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Croazia), attraverso la progettazione di parchi, sentieri archeologici sommersi e la creazione di soluzioni digitali innovative per la loro fruizione.

Durante la presentazione sono previsti gli interventi di Rita Auriemma, coordinatrice di UnderwaterMuse e docente di Archeologia subacquea dell’Università del Salento, Anna Del Bianco, dell’Ente regionale del Friuli Venezia Giulia, e Luigi De Luca, della Cooperazione territoriale europea e dei Poli biblio-museali della Regione Puglia. Al termine dei lavori, a bordo di un gommone, i partecipanti potranno scoprire, grazie all’utilizzo di visori guardafondo, i relitti delle Colonne e delle anfore Tripolitane e dei resti sommersi della necropoli di età romana.

Venerdì 3, nel pomeriggio di sabato 4 e nella mattinata di domenica 5 giugno, nel Museo Castromediano si terranno il convegno “Stati generali della gestione dal basso del patrimonio subacqueo”, al quale prenderanno parte docenti universitari, addetti ai lavori e  rappresentanti istituzionali provenienti da tutto il bacino del Mediterraneo, una  mostra fotografica e l’esplorazione immersiva con visori 3D di relitti e reperti.

Sabato mattina, inoltre, nell’area marina protetta di Porto Cesareo – Torre Chianca, i convegnisti saranno coinvolti in una visita snorkeling, per conoscere la mostra archeologica all’interno di Torre Chianca e fruire con Oculus Quest, il sistema progettato per la realtà virtuale, dell’app “La nave delle colonne di Porto Cesareo: il viaggio incompiuto”. L’evento sarà affiancato da un press tour a cui parteciperanno otto giornaliste, giornalisti e blogger di settore.

L’evento finale del progetto, è organizzato da Regione Puglia ed Erpac Friuli Venezia Giulia, unitamente a Teatro pubblico pugliese-Consorzio regionale per le arti e la cultura, Poli biblio-museali di Puglia, Museo Castromediano, Euromediterranean seascapes archeology center, Università del Salento, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e Università di Foggia, in collaborazione con Area marina protetta e Comune di Porto Cesareo, Coordinamento ambientalisti pro Porto Cesareo Onlus. La manifestazione si avvale inoltre del sostegno dell’azienda Quarta Caffè di Lecce.

La partecipazione ad “UnderwaterMuse” è gratuita, ma solo se preceduta dalla registrazione al form: bit.ly/UnderwaterMuse_Form. Info e programma completo su: www.italy-croatia.eu/web/underwatermuse.