• lunedì , 21 Giugno 2021

Ambiente - 05 Mar 2021

Pronto un progetto per un mega parco eolico nelle campagne di Salice e Veglie

Richiesto al Ministero dell’Ambiente la “Valutazione di Impatto Ambientale”. Opere ed infrastrutture connesse all’impianto riguarderanno anche Guagnano, Avetrana, San Pancrazio ed Erchie

 


Spazio Aperto Salento

Avviato l’iter per un mega parco eolico da realizzare nelle campagne di Salice Salentino e Veglie. Il progetto, di “Enel Green Power Italia”, riguarda la costruzione di 14 grandi torri eoliche: 10 previste nel territorio di Salice e quattro in quello di Veglie. Si tratta di aereogeneratori con potenza nominale di 6 megawatt, con diametro rotore di 170 metri, altezza mozzo 135 metri, per un’altezza complessiva dal suolo di circa 200 metri. L’intero impianto avrà una potenza totale di 84 megawatt.

Nell’avviso pubblico, presente sul sito del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare (valutazioni e autorizzazioni ambientali: Vas-Via-Aia), assieme a tutta l’altra documentazione afferente il progetto, la società informa di aver presentato, in data 22 dicembre 2020, “ai sensi dell’art. 23 del Decreto legislativo 152/2006, istanza per l’avvio del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale del progetto”.

Quest’ultimo, viene precisato, è “compreso nella tipologia elencata nell’Allegato II alla parte seconda del Decreto legislativo 152/2006, al comma 2, Impianti eolici per la produzione di energia elettrica sulla terraferma con potenza complessiva superiore a 30 MW”.

Il progetto – spiega l’avviso – è localizzato nella Regione Puglia ed in particolare nei territori comunali di Salice e Veglie con opere ed infrastrutture ad esso connesse nei Comuni di Guagnano, Avetrana, San Pancrazio Salentino ed Erchie. I 14 aerogeneratori ricadono nei territori comunali di Salice e Veglie, in un’area ubicata a ovest dell’abitato di Salice e a nord-ovest dell’abitato di Veglie, e ricadono in località Iacorizzo, Contrada Grassi, Contrada Mazzetta, Masseria Morigine Piccolo, Masseria Grassi, Masseria Mazzetta, Masseria Fontanelle in territorio di Salice, e località Cantalupi e Masseria Nova in territorio di Veglie. Nel territorio comunale di Erchie è prevista la realizzazione di una Sottostazione Elettrica Utente AT/MT per permettere la connessione al nodo della RTN rappresentato dal futuro ampliamento della Stazione Elettrica di Trasformazione (SE) della RTN 380/150 kV di Erchie”.

“È prevista – continua l’avviso – la nuova realizzazione di n. 14 aerogeneratori da 6 MW con una potenza complessiva pari a 84 MW, per una produzione annua attesa di circa 192 GWh di energia elettrica da immettere nella Rete di Trasmissione Nazionale. La riduzione dell’emissione in atmosfera di gas serra (anidride carbonica) e gas inquinanti è quantificabile in: circa 99.298 tonnellate di CO2 (anidride carbonica); circa 144 tonnellate di SO2 (anidride solforosa); circa 157 tonnellate di NOx (ossidi di azoto)”.

L’avviso riporta anche la sintesi dei lavori necessari per il nuovo parco eolico. Essi sono: realizzazione di fondazioni per gli aerogeneratori e delle piazzole antistanti necessarie alla costruzione ed esercizio degli aerogeneratori; realizzazione di strade (piste) necessarie alla costruzione ed esercizio dell’impianto eolico; scavi per la posa di cavidotti interrati MT con uno sviluppo lineare complessivo di 27 km circa; costruzione di una Sottostazione Elettrica di Trasformazione ricadente nel territorio comunale di Erchie, necessaria per collegare l’impianto eolico alla Rete di Trasmissione Nazionale; scavo per la posa di un cavo AT di lunghezza di 100 m circa per la connessione della SSE Utente al futuro ampliamento della SE di trasformazione 380/150 kV di “Erchie”.

Il documento precisa: “I principali impatti potenziali indagati nello Studio di Impatto Ambientale sono l’impatto visivo, acustico, su fauna e avifauna. Ai sensi dell’art.10, comma 3 del D.Lgs.152/2006 e s.m.i. il procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale comprende la valutazione di incidenza di cui all’articolo 5 del D.P.R. 357/1997 in quanto il progetto si si colloca nelle vicinanze del Sito della Rete Natura 2000 ZSC “Palude del Conte, dune di Punta Prosciutto” (IT9150027). La documentazione è disponibile per la pubblica consultazione sul Portale delle Valutazioni e Autorizzazioni Ambientali VAS-VIA-AIA (www.va.minambiente.it) del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare”. (r.f.)

© Riproduzione riservata