• mercoledì , 30 Novembre 2022

Rubrica/Guardiamoci attorno - 05 Nov 2022

Lecce, cattivo odore in un angolo del piazzale della Stazione frequentato dai senza fissa dimora

Il Comitato “La voce di Lecce”, chiede immediati interventi di pulizia, sanificazione e decoro


Spazio Aperto Salento

La “bruttura” non si vede ma si sente. Ed è fatta di odori irricevibili, che in una sola parola, possono a ragione essere definiti “puzza”. Si trova in un angolo specifico dell’area antistante la Stazione Ferroviaria di Lecce, dal quale, chi è al corrente della situazione si tiene alla larga, e chi vi s’imbatte per caso, scappa a gambe levate.

L’angolo in questione insiste sul lato destro dell’ultimo tratto del viale Oronzo Quarta, detto anche Della Stazione, e consiste in un piccolo rettangolo di marciapiede prossimo ad uno degli ingressi secondari dello Scalo Ferroviario, caratterizzato dalla presenza di due alberi particolarmente frondosi, di una cabina per le foto-tessera e di un oblò per il telefono pubblico.

Da tempo, che non è azzardato far coincidere con più di un anno, al riparo dell’uno e degli altri, trovano riparo i senza fissa dimora che circolano per la città, e che nello stesso posto, spesso ci dormono pure. Su giacigli di fortuna, fatti quasi sempre di cartoni, in qualche caso di un sacco a pelo.

Avendo di fatto trovato casa in quell’angolo di Stazione, gli stessi lo utilizzano anche per espletare i bisogni fisiologici. Probabilmente non tutti, ma tanti quanto basta, per averlo trasformato in un bagno a cielo aperto, con tutti i problemi, soprattutto di natura igienica, ad esso collegati.

Sebbene la zona sia frequentata di giorno e di notte e la situazione venutasi a creare sia davanti agli occhi di tutti, nessuno è mai intervenuto per porvi rimedio, e quell’angolo è diventato off limits, al punto che tutti se ne tengono alla larga, in primo luogo per la “puzza” che emana. A quanto si sa, il problema è stato più volte sollevato da passanti e commercianti, ma si è trattato solo di sfoghi verbali rimbalzati dagli uni agli altri, che ad un certo punto, sono stati comunque raccolti da un Comitato spontaneo cittadino di civismo attivo. Si tratta del Comitato “La voce di Lecce”, che nero su bianco, da una decina di giorni almeno, lo ha segnalato alle autorità comunali, auspicando pronti interventi di pulizia, sanificazione e decoro. Che sino a ieri non sono stati ancora avviati.

Vale aggiungere, che speculare all’angolo maleodorante sin qui descritto, ce n’è un altro, che di pulizia, sanificazione e decoro ha pure bisogno. Delimitato da sbarre metalliche, si trova giusto di fronte al muro laterale dell’Ufficio Postale attiguo alla Stazione, e più esattamente, nella stradina che collega il piazzale principale con l’area riservata alle merci.

 © Riproduzione riservata 

 

Foto in alto: il rettangolo di marciapiede trasformato in bagno pubblico (T.B. ©)

 

L’angolo del piazzale della Stazione utilizzato come dormitorio (T.B. ©)

L’altra area da pulire e sanificare (T.B. ©)

 

 

“Guardiamoci attorno”:

Elenco articoli pubblicati

 

 

L’Immagine-logo della Rubrica è stata elaborata da Mood Comunicazione di Galatina


Articoli pubblicati dal 23-10-2021