• giovedì , 22 Febbraio 2024

Rubrica/Guardiamoci attorno - 14 Gen 2023

Lecce, è ora di riaprire i due passaggi pedonali di Porta Rudiae

Vennero murati per sottrarli a chi li utilizzava anche come latrina, quando la zona era buia e poco frequentata


Spazio Aperto Salento

Complici il buio e la scarsa frequentazione, molti anni fa, a Lecce, i due passaggi pedonali attigui all’attuale varco dell’antica Porta Rudiae, vennero murati. Sì, proprio murati, per evitare che pochi sconsiderati, o meglio, incivili, continuassero ad utilizzarli anche come latrine. Non si pensò,  all’epoca, quando per altro era già possibile, di dotarli di telecamere atte ad immortalare gli individui da perseguire, se non per atti osceni in luogo pubblico, quantomeno per imbrattamento di luogo pubblico.

Nel tempo, ormai coniugabile con i decenni, altre soluzioni non sono state adottate, ed ancora oggi, i due passaggi sono… tristemente murati. Tombati nonostante l’area sulla quale affaccia la Porta, da una parte via Libertini con l’Accademia di Belle Arti, la chiesa del Rosario ed il restaurato Spedale Spirito Santo, e dall’altra la piazzetta intitolata all’imprenditore del caffè, Gaetano Quarta (1927-2003), sia adeguatamente illuminata, e l’intera zona frequentata, di giorno e di sera, anche perché inserita nel circuito della “movida” e perché sede di accorsati bar alla moda.

I quattro e disadorni ingombri di mattoni, è dunque tempo che vengano rimossi, anche per ridare eleganza allo storico varco, che una volta ed ancora oggi per altre vie, segnava la direzione per la città patria del poeta latino Quinto Ennio (239-169 avanti Cristo), Rudiae, appunto, messapica prima e romana dopo, distante solo pochi chilometri.

Riaprire i due passaggi, significa inoltre assicurare sicurezza ai pedoni, e con essi ai turisti che da quel punto danno il via alla scoperta del centro storico leccese, oggi costretti a fiancheggiare il varco, spesso a contatto con le auto, troppe, munite di pass. Sebbene ariosa, soprattutto in altezza, in larghezza, l’antica Porta, consente il passaggio solo ad una vettura ed a due file di pedoni per volta. Oltre che per motivi di decoro, dunque, riaprire i due passaggi pedonali, ne  accrescerebbe l’ariosità e favorirebbe la suddetta sicurezza di chi muove a piedi.

© Riproduzione riservata

 

Foto in alto: Porta Rudiae con a lato i due passaggi murati (T.B. ©)

 

In primo piano, uno dei varchi murati (T.B. ©)

Uno dei passaggi chiusi, visto da piazzetta Quarta (T.B. ©)

 

 

“Guardiamoci attorno”:

Articoli pubblicati

 

 

L’Immagine-logo della Rubrica è stata elaborata da Mood Comunicazione di Galatina