• lunedì , 26 Luglio 2021

Lecce - 15 Giu 2021

“A occhi aperti”, originale installazione fotografica sui muri esterni del Museo Castromediano

 Scatti dei fotografi Flavio&Frank : negli sguardi di dodici giovani l’invito ad immaginare nuove prospettive per il futuro


Spazio Aperto Salento

A occhi aperti, in auto oppure a piedi, si passa, a Lecce, dai viali Lo Re e Gallipoli, e sui muri esterni del Museo provinciale Sigismondo Castromediano, si notano numerose installazioni fotografiche, che ad uno sguardo ravvicinato, sono illustrate da citazioni appartenenti a filosofi, musicisti, letterati, pittori e pensatori.

Per saperne di più, basta avvicinarsi all’ingresso del Museo, in questi giorni mèta del via vai dei vaccinandi Covid, e si scopre che proprio “A occhi aperti”, è il titolo dell’originale mostra. Che bella iniziativa! Giorno e notte,  sino al 30 agosto, è possibile ammirare, su 29 pannelli grandi un metro per tre, altrettanti illuminanti citazioni e 12 ripetuti scatti fotografici dei fratelli Flavio&Frank, in grado di rievocare storie e culture eterogenee attraverso gli sguardi di giovani provenienti da differenti geografie e culture.

All’interno, su tv e monitor, su un tappeto sonoro che riecheggia il rumore del mare, gli stessi 12 sguardi vengono proposti in una installazione multimediale in movimento, opera del videomaker Gabriele Surdo.

Una dopo l’altra, non abbiamo resistito alla curiosità di leggere tutte le citazioni di cui s’è detto, scelte dagli studenti dell’istituto superiore “Colonna” di Galatina, dove i fratelli fotografi ed il videomaker Surdo, hanno tenuto un laboratorio.

Per la potenza del messaggio che trasmettono, vale la pena riportarle tutte, sottolineando che sono incentrate sulle capacità evocative dell’occhio in particolare e dello sguardo in generale.

Tutte le citazioni

1 – … che la civiltà di oggi non sarebbe, se quella dei nostri padri non fosse stata (Sigismondo Castromediano, Relazione della Commissione Conservatrice dei Monumenti Storici e di Belle Arti di Terra d’Otranto per l’anno 1871).
2 – Via le mani dagli occhi (Negramaro, La finestra).
3 – Lo sguardo è l’ultima goccia dell’uomo (Walter Benjamin, Strada a senso unico).
4 – The soul, fortunately, has an interpreter – often an unconsciuos but still a faithful interpreter – in the eye. L’anima fortunatamente ha un interprete – spesso inconsapevole – ma fedele: lo sguardo (Charlotte Bronte, Jane Eyre).
5 – E gli occhi hanno visto la vista (Carmelo Bene, Nostra Signora dei Turchi).
6 – La beauté n’est pas dans les choses, elle est dans nos yeux. La bellezza non è nelle cose, ma nei nostri occhi (Bernard Noel, Le Nu).
7 – Alla fine, ai miei occhi eri destinata (Pablo Neruda, A una polena).
8 – Das Auge ist der Punkt, in welchem Seele und Korper sich vermischen. L’occhio è il punto in cui si mescolano anima e corpo (Christian Friedrich Hebbel, Tagebucher).
9 – Quando guardi bene negli occhi qualcuno sei costretto a guardare te stesso (Tahar Ben Jelloun).
10 – Gli occhi sono la dimora della vergogna (Aristotele, Retorica).
11 – El alma que hablar puede con los ojos también puede besar con la mirada. L’anima può parlare con gli occhi e baciare con lo sguardo (Gustavo Adolfo Bécquer, Rimas).
12 – Il volto è lo specchio della mente, e gli occhi senza parlare confessano i segreti del cuore (San Girolamo, Lettere).
13 – Il mare s’è ritirato già in lontananza, ma nei tuoi occhi socchiusi, due piccole onde son rimaste (Jacques Prevert, Sabbie mobili).
14 – Gli occhi sono testimoni più fedeli delle orecchie (Eraclito, Sulla Natura).
15 – L’amore dei giovani non sta nel cuore, ma negli occhi (William Shakespeare, Romeo e Giulietta).
16 – Ogne lingua deven tremando mura, e li occhi no l’ardiscon di guardare (Dante Alighieri, Tanto gentile e onesta pare).
17 – Quando conoscerò la tua anima, dipingerò i tuoi occhi (Amedeo Modigliani).
18 – Uno sguardo non amorevole sopra taluno produce maggiore effetto che non fosse uno schiaffo (Don Bosco, Il sistema preventivo).
19 – Show his eyes and grieve his heart. Mostra i suoi occhi e il suo cuore s’intristisce (William Shakespeare, Machbet).
20 – Il primo bacio non è dato con la bocca, ma con gli occhi (Tristan Bernard).
21 – He just looked at me. That look told me all there was to say. Si limitò a guardarmi. Quello sguardo mi disse tutto quello che c’era da dire (Charles Bukowsky, Factotum).
22 – Negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi (Giacomo Leopardi, A Silvia).
23 – Sometimes you can’t see yourself clearny until you see yourself through the eyes of others. A volte non puoi vedere bene te stesso finché non lo fai attraverso gli occhi degli altri (Ellen DeGeneres).
24 – Voi che per gli occhi mi passaste ‘l core (Guido Cavalcanti, Rime).
25 – Nam ut imago est animi vultus, sic indices oculi. Come il volto è l’immagine dell’anima, gli occhi ne sono gli interpreti (Marco Tullio Cicerone, De oratore).
26 – L’essenziale è invisibile agli occhi (Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe).
27 – Non basta guardare, occorre guardare con occhi che vogliono vedere, che credono in quello che vedono (Galileo Galilei).
28 – Gli occhi degli altri sono le nostre prigioni; i loro pensieri le nostre gabbie (Virginia Woolf, Lunedì o martedì).
29 – Ed è in certi sguardi che si vede l’infinito (Franco Battiato, Tutto l’universo obbedisce all’amore).

La presentazione

La bella iniziativa è stata presentata nei giorni scorsi, alla presenza degli stessi protagonisti Flavio&Frank e Gabriele Surdo. Per l’occasione, sono intervenuti Luigi De Luca, direttore del Polo Biblio-Museale; Bruno Di Marino, storico della Video Art; Stefano Cristante, docente di Sociologia all’Università del Salento; Maria Rita Meleleo e Massimiliano Cesari, preside ed insegnante dell’istituto scolastico “Colonna” di Galatina, coordinati dall’addetto stampa, Lorenzo Madaro, docente di Storia  dell’arte all’Accademia di belle arti di Catania.

Toti Bellone
© Riproduzione riservata

 

Foto in alto: Flavio&Frank, A occhi aperti, particolare installazione fotografica (pannello con citazione di Franco Battiato)

 

Flavio&Frank, A occhi aperti, particolare installazione fotografica (pannello con citazione di Carmelo Bene)

L’ingresso del Museo “Sigismondo Castromediano”, attualmente sede di Hub vaccinale