Anas/Comuni - 15 Mar 2024

Bradanico-Salentina, Conferenza dei servizi aggiornata al 16 aprile 2024

Dopo l'incontro di ieri, giovedì 14 marzo 2024, tenutosi presso la sede Anas di Bari, i sindaci dell’Unione dei Comuni del Nord Salento hanno diffuso una nota congiunta


Spazio Aperto Salento

Aggiornata al 16 aprile 2024 la Conferenza dei servizi riguardante la “Bradanico – Salentina” (tratto San Pancrazio-Lecce). Nella mattinata di ieri, giovedì 14 marzo 2024, a Bari, presso gli uffici della Struttura Territoriale Puglia dell’Anas, si è tenuto l’incontro programmato dopo il precedente dello scorso 22 febbraio. Alla nuova seduta della Conferenza dei servizi hanno partecipato i sindaci di Arnesano (Emanuele Solazzo), Guagnano (François Imperiale), Novoli (Marco De Luca), Salice Salentino (Cosimo Leuzzi) e Trepuzzi (Giuseppe Taurino), nonché il vicesindaco di San Pancrazio (Vincenzo Buccolieri), l’assessore ai Lavori pubblici di Campi Salentina (Andrea Grasso) e l’ingegnere Luigi Tundo dell’Area Lavori Pubblici e Servizi di Supporto della Provincia di Lecce.

«Al termine dell’incontro – spiegano i sindaci in una nota congiunta – l’Anas ha accolto l’istanza di aggiornare la seduta al 16 aprile 2024. Gli amministratori presenti rivolgono perciò un appello unanime ai Parlamentari del territorio per programmare entro questi trenta giorni un incontro presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.  L’obiettivo è quello valutare l’opportunità di prendere in considerazione la progettazione e quindi la realizzazione di una strada a quattro corsie della “Bradanico/Salentina” snodo cruciale di collegamento tra Lecce e Taranto».

«Se questa opzione non dovesse essere presa in considerazione – sottolineano i sindaci e gli amministratori presenti alla Conferenza dei Servizi – saremo costretti ad esprimere parere favorevole rispetto alla proposta di un intervento di messa in sicurezza dell’attuale percorso a due corsie pur di non perdere il finanziamento stanziato, rinunciando ad un’opera di manutenzione che, seppur non funzionale alla reale richiesta del territorio, risulterebbe altrettanto importante per la sicurezza e la sua percorribilità”. (red.)

© Riproduzione riservata