• lunedì , 26 Luglio 2021

Guagnano - 12 Lug 2021

Chiara Tondo “diserta” cinque sedute consiliari consecutive, l’opposizione chiede spiegazioni

Il capogruppo Imperiale e i consiglieri Leone, Ricciato e Degli Atti: “C’è una frattura nei rapporti tra la consigliera Tondo e il resto dell’Amministrazione di Guagnano”


Spazio Aperto Salento

Le ultime due sedute di inizio luglio del Consiglio comunale di Guagnano, appuntamenti di grande importanza perché all’ordine del giorno vi erano prima l’approvazione del Bilancio consuntivo 2020 e poi quella del Bilancio di previsione 2021-2023, hanno fatto registrare cinque assenze consecutive della consigliera Chiara Tondo, già assessore all’Agricoltura e presidente della Commissione di controllo analogo di Prometeo s.r.l.  all’interno dell’Amministrazione Sorrento.

Un’assenza prolungata e ripetuta che non può  più essere taciuta perché colma di significato politico e non priva di conseguenze sul corretto funzionamento delle istituzioni locali. 

Già in passato la consigliera Tondo aveva mostrato segnali di sofferenza nei confronti dell’attuale maggioranza di governo, astenendosi più volte durante votazioni di Consiglio comunale. 

È ormai evidente che vi sia una frattura nei rapporti tra la consigliera e il resto dell’amministrazione. Tutto questo può accadere durante lo svolgimento di un mandato, ma ciò che non è tollerabile è la totale assenza di spiegazioni politiche sia della consigliera Tondo e sia dell’Amministrazione di cui dovrebbe far parte.

È assolutamente doveroso comunicare al Consiglio comunale, e soprattutto alla cittadinanza, le ragioni che hanno portato a tale allontanamento, non più considerabile come episodico ma ormai conclamato.

È inutile ricordare che la carica di consigliera/consigliere comunale costituisce il modo più alto di rappresentare i cittadini della propria comunità, ecco perché ogni cambiamento, seppur legittimo, va comunicato tempestivamente dandogli la più larga ed esaustiva evidenza pubblica.

François Imperiale
Mimma Leone
Giusi Ricciato
Antonio Degli Atti

Consiglieri comunali del Gruppo “Vite in Comune”