• lunedì , 27 Settembre 2021

Spettacolo - 16 Ago 2021

“FatePiano Festival” a Novoli, tributo a Ennio Morricone

Domani 17 agosto, alle 21, nel Chiostro del Convento dei Padri Passionisti. Al piano Massimiliano Foscalini, "incursioni" coreografiche a cura di Sacha Fumarola


Spazio Aperto Salento

Ennio Morricone, una vita per la musica, una vita che scorre lungo le immagini delle pellicole più belle della cinematografia mondiale di tutti i tempi: “Spaghetti Western”, “C’era una volta in America”, “Nuovo Cinema Paradiso”, “La Leggenda del pianista sull’Oceano”. Sono alcuni dei brani che saranno eseguiti a Novoli, domani 17 agosto 2021, nel Chiostro del Convento dei Passionisti, dal pianista Massimiliano Foscalini (in foto), con “incursioni” coreografiche a cura di Sacha Fumarola.

L’appuntamento (ingresso libero nel rispetto delle norme anti Covid) conclude la serie di eventi “itineranti” previsi per l’estate 2021 da “FatePiano Festival”, progetto ideato e condotto dall’Associazione culturale Nova LiberArs, con la direzione artistica di Roberta Epifani

L’iniziativa novolese sarà realizzata in collaborazione con l’associazione culturale “Saletta della Cultura Vetrugno” e con la Comunità dei Padri Passionisti guidata da Padre Luca Fracasso. Patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Novoli su proposta dell’Assessorato alla Cultura, sarà trasmessa in diretta su Antenna Sud (canale 85 del digitale terrestre).

“Riservare una serata ad una figura come quella del maestro Ennio Morricone – dice Sabrina Spedicato, assessore alla Cultura – è molto impegnativo, considerata la sua notorietà e la levatura a carattere mondiale. L’associazione Nova LiberArs, tuttavia, si cimenta da sempre in eventi di alto spessore culturale. La proposta giunta al mio assessorato mi ha vista immediatamente interessata e decisa nella sua realizzazione, insieme all’Amministrazione tutta. Ringrazio la presidente, Emmanuela Rucco, per la vivacità della sua associazione che, in diverse occasioni, ha fatto conoscere Novoli fuori dal suo territorio. Auspico che il loro fermento culturale continui ad offrirsi alla nostra comunità. Cultura è vita, alimento indispensabile per la vita umana, altrimenti ottenebrata dalla miseria della materialità”.

 

Locandina evento