• lunedì , 26 Luglio 2021

Musica - 19 Lug 2021

Festival “Una canzone per Amnesty”, il cantautore salentino Innocente in semifinale

La manifestazione si terrà dal 23 al 25 luglio a Rosolina Mare, in provincia di Rovigo. Ospiti della serata conclusiva i Negramaro


Spazio Aperto Salento

Il cantautore Giorgio Innocente, in arte “Innocente”, sul palco della XXIV edizione del Festival “Una canzone per Amnesty, voci per la Libertà ”. Il talento salicese è risultato fra gli artisti in semifinale, selezionati al contest nazionale, sezione emergenti, promosso da “Amnesty international” e riservato ad artisti interpreti di brani riguardanti i diritti umani. L’importante manifestazione, che si svolgerà a Rosolina Mare, in provincia di Rovigo, si terrà dal 23 al 25 luglio. Innocente presenterà il brano “Tempo binario” sabato 24 luglio.

“La mia tematica – spiega il giovane cantautore e pianista – riguarda il binarismo di genere e il conseguente superamento della classificazione di uomo e donna vista come due contenitori distinti. Il binarismo parla di caratteristiche, comportamenti e scelte sessuali ben definite, senza possibilità di contaminazione. Io che, invece, vedo la contaminazione come valore, opportunità e libertà, auspico un superamento dello stesso binarismo. La selettività del binarismo è un po’ come dire un cielo senza nuvole”.

Innocente, 30 anni, laurea triennale in “Economia aziendale” e laurea specialistica in “Economia dell’ambiente”, ha esordito nel mondo della musica italiana lo scorso anno con l’album #IOSONO (pubblicato da “CinicoDisincanto”) comprendente, fra gli altri, i brani “Il cuore e l’abat-jour”, “Gitana” e “Mentiamo agli dei”, particolarmente apprezzati dal pubblico dei suoi concerti. Con “Un raggio a strapiombo”, un altro brano contenuto nel suo album, lo scorso 19 dicembre ha partecipato, in qualità di ospite, alla maratona Telethon trasmessa in diretta da Rai 3.

La conquista della semifinale al Festival “Una canzone per Amnesty” (sezione emergenti), rappresenta un’altra rilevante tappa del percorso artistico di Innocente. Se passerà il turno, il giorno dopo salirà di nuovo sul palco di Rosolina Mare per la finale. Durante quest’ultima serata, saranno ospiti della manifestazione anche i salentini Negramaro.

Rosario Faggiano
© Riproduzione riservata

 

In foto: Giorgio Innocente, in arte “Innocente”

 

La locandina dell’evento

 

Giorgio Innocente, nato nel 1991, è salentino ma vive da diversi anni a Siena. Ha iniziato a studiare pianoforte da giovanissimo, tra i Conservatori di Lecce e Taranto e le accademie, affiancando a questo lo studio delle tecniche vocali. A 17 anni si è avvicinato al jazz, studiando la tecnica pianistica e vocale e appassionandosi sempre di più anche alla scrittura che, quasi inevitabilmente, viene messa a servizio della sua musica. Parallelamente all’attività accademica, Giorgio si è dedicato al lavoro sui suoi brani e all’attività dal vivo, suonando su palchi come il Mediterraneo Festival e il Salent Festival e collaborando con importanti formazioni del territorio pugliese e non solo. Ha studiato jazz con il pianista e maestro Ettore Carucci presso il Saint Louis College e, nel 2019, pianoforte jazz presso “Siena Jazz” con il maestro Danilo Tarso, mentre continuava a lavorare ai suoi inediti. Il singolo d’esordio, “Il Cuore e l’Abat-Jour”, è stato pubblicato il 28 aprile 2020 per l’etichetta CinicoDisincanto, seguito a giugno da “Gitana”. Il 5 novembre è uscito il terzo singolo “Un Raggio a Strapiombo” che anticipa l’album #IOSONO, pubblicato per CinicoDisincanto e Pezzi Dischi il 27 novembre 2020.