• lunedì , 27 Settembre 2021

Spettacolo - 14 Ago 2021

Guagnano, “Salento All Stars” live al Museo del Negroamaro

Domani 15 agosto, apertura porte ore 21 - inizio spettacolo ore 22. Ingresso libero con prenotazione e Green pass


Spazio Aperto Salento

Domani, domenica 15 agosto, appuntamento d’eccezione al Museo del Negroamaro di Guagnano: sul palco in via Castello la folk band salentina “Salento All Stars” presenterà “L’era del cigno bianco”, il nuovo album prodotto da Gate19 con il sostegno di Puglia Sounds, che arriva a sei anni di distanza dal precedente lavoro.

Apertura porte ore 21, inizio spettacolo ore 22. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria, info: info@arcirubik.it  – cell. 3408942727. In ottemperanza alle nuove disposizioni previste dal Decreto legge n. 105 del 23 luglio 2021, per accedere all’evento sarà necessario il Green pass. La serata rientra nella “Programmazione Puglia Sounds Live 2020/2021 – Regione Puglia Fsc 2014/2020 Patto per La Puglia – Investiamo nel vostro futuro“.

L’Era del cigno bianco”, nuovo album del collettivo “Salento All Stars”, fondato da Davide Qba Apollonio, che vede la partecipazione di importanti ed eclettici musicisti salentini, è prodotto da Gate19 con il sostegno di Puglia Sounds Record. Disco denso di contenuti e di partecipazioni importanti, rappresenta un’evoluzione dello stile della band che pur non dimenticando le proprie radici si apre a nuove sonorità. “L’Era del cigno bianco” prende il titolo dall’omonimo brano che, scritto in pieno lockdown, fotografa la primavera 2020 di un’Italia spaventata ma speranzosa di rialzarsi. Dieci tracce nelle quali spiccano le partecipazioni di numerosi musicisti salentini e non solo: da Michele Riondino & Revolving Bridge a Mama Marjas, da Papa Ricky a O’Zulù dei 99 Posse, passando per Erica Mou, Cristiana Verardo e Magnitudo12. “L’Era del cigno bianco” è, per i “Salento All Stars”, il ritorno ad una “nuova normalità” dove avremo imparato (si spera) a godere delle piccole e grandi cose che fino a ora consideravamo scontate e insignificanti; un mondo che ci veda migliori e più consapevoli della fragilità dell’Uomo e del pianeta Terra. La produzione artistica è di Davide Apollonio e Peppe Levanto.

 

 

 

 

Comunicato