• martedì , 18 Gennaio 2022

Campagna di sensibilizzazione - 03 Dic 2021

“Guardami” e “Forza rosa”: a Surbo prosegue l’impegno in nome delle donne


Spazio Aperto Salento

Oramai è trascorso qualche giorno dal 25 novembre, la Giornata voluta contro la violenza sulle donne. Nel Comune di Surbo, tuttavia, proseguono le iniziative sul tema, con una campagna di sensibilizzazione che continua senza sosta. Nei giorni scorsi, grazie all’impegno della Commissione Pari Opportunità presieduta da Micaela Giannone, il camper della Polizia di Stato ha sostato per tutta la mattinata davanti al plesso scolastico “Elisa Springer” e alcuni agenti hanno svolto una lezione dal titolo “Questo non è amore”, sul tema della violenza di genere. Hanno rivolto il proprio saluto ai ragazzi il sindaco Ronny Trio, la dirigente scolastica Laura Ingrosso e la Consigliera di Parità della Provincia di Lecce Filomena D’Antini.

Intanto, nei corridoi del palazzo comunale sono apparse delle fotografie molto significative: l’associazione “La Girandola”, dopo la mostra svoltasi a Lecce nelle sale del Conservatorio di Sant’Anna, ha scelto di far tappa a Surbo. La mostra, dal titolo emblematico “Guardami. Cronache di quotidiana violenza” presenta alcuni scatti in cui donne e uomini reggono tra le mani cartelli contenenti messaggi contro la violenza di genere.

“Con la mostra – afferma Angela Neri, consigliera con delega alle Pari Opportunità – si chiude questo intenso mese di attività contro la violenza di genere. Volevamo che una giornata così significativa non fosse celebrata soltanto una volta e così abbiamo voluto creare tante occasioni di dibattito, confronto, riflessione. Ringraziamo l’associazione La Girandola per questo atto di generosità, che chiude questo ricco cartellone di iniziative, che ci auguriamo possano essere d’aiuto per sensibilizzare sul tema.”

Prosegue, intanto, presso il salone parrocchiale “Madonna della Fiducia” di Giorgilorio, il corso gratuito “Forza Rosa”, fortemente voluto dall’Assessorato allo Sport. Le lezioni di autodifesa personale si tengono ogni martedì e venerdì, con due turni, dalle 15.15 alle 16.15 e dalle 21.00 alle 22.00, per consentire la più ampia partecipazione.

“Esito di una manifestazione d’interesse tra le associazioni sportive che si occupano di Arti Marziali – spiega Martina Gentile – vicesindaco con delega allo Sport – il percorso ha visto il riconoscimento di un contributo regionale, conseguito con la candidatura ad un bando regionale. Grazie alla collaborazione con l’associazione Ki Mugon e con il maestro Gabriele Bruno, è stato possibile organizzare questo corso che guarda alla pratica sportiva come ad un’opportunità per accrescere la consapevolezza di sé nelle donne, magari rendendole anche in grado di contrastare quella violenza a cui ci auguriamo che mai nessuna debba dover reagire. Il corso, lo ribadiamo, è totalmente gratuito: sul sito del Comune di Surbo è possibile trovare i recapiti per iscriversi e poter così prendere parte a questa bella iniziativa. Continua il nostro impegno per fare dello sport un veicolo di valori e una palestra per formare il carattere e il temperamento di ognuno, nel rispetto di sé e dell’altro. Siamo certi che questa iniziativa – conclude Gentile – non possa che rappresentare un’opportunità per tutte le donne: l’accesso alla pratica sportiva è importante per promuovere una parità di genere che non deve essere solo formale”.

 

In foto: Surbo, due scatti di “Guardami. Cronache di quotidiana violenza”

 

 

 

 

 

Comunicato