• mercoledì , 5 Ottobre 2022

Calcio - 20 Feb 2022

I giallorossi ritrovano entusiasmo, la vittoria e la vetta della classifica

Al Via del Mare successo del Lecce contro il Crotone. Il commento di Adolfo Starace


Spazio Aperto Salento

Al Via del Mare, il Lecce ritrova la vittoria per 3-0 contro un malcapitato Crotone e riconquista la vetta della classifica di serie B che adesso guida con un punto di vantaggio sulla coppia Cremonese/Pisa e due sul Brescia.

La resistenza dei calabresi dura solo un quarto d’ora durante il quale il Lecce trova difficoltà per imbastire le sue manovre a tutto campo. Poi dal 17′ in poi è un monologo dei giallorossi che non passano in vantaggio solo per alcune miracolose parate del portiere ospite Saro che si oppone due volte sulle conclusioni a botta sicura di Helgason e Mayer.

Ma il gol è nell’aria e al 34′ uno smarcante pallone di Hjulmand mette in condizione Coda di mirare nell’angolo alla sinistra del portiere ospite ponendo fine alle barricate della difesa calabrese. Il vantaggio non soddisfa più di tanto i giallorossi che continuano a spingere approfittando del momento di sbando della squadra ospite tanto che al 45′ Coda si procura un sacrosanto rigore per un evidente fallo di mano di Cuomo.

Prima di fare battere il rigore, la Var richiama l’attenzione dell’arbitro per giudicare più attentamente il fallo del difensore. Lo stesso arbitro verifica che Cuomo aveva interrotto una chiara occasione da gol e, pertanto, ne decreta l’espulsione. Dal dischetto Coda realizza il gol del 2-0 ed in pratica mette al sicuro il risultato finale.

Nel secondo tempo non cambia la musica, il Lecce con un uomo in più comanda le operazioni e mette il risultato in cassaforte al 59′ con Strefezza che su passaggio di Mayer realizza il 3-0 con un pallonetto. Poi inizia il valzer delle sostituzioni, Baroni non vuole rischiare nulla in vista della prossima gara di mercoledì contro il Cittadella e tira fuori dalla mischia prima Strefezza e poi, successivamente, Helgason, Ragusa e Tuia (buona la sua prova).

C’è il tempo per vedere una traversa di Rodriguez e poi niente altro fino alla fine. Note positive, insomma, in casa dei giallorossi con un Coda completamente ritrovato e tante conferme da Hjulmand a Strefezza per finire a Lucioni e Mayer. Certamente il Crotone non è stato un banco di prova molto difficile ma comunque il merito del Lecce è stato quello di aspettare pazientemente che i calabresi calassero alla distanza per lucidità e condizione per colpirli più volte.

Ora, come dicevamo, occhio al Cittadella, squadra ostica che a Lecce ha sempre disputato grosse partite, mettendo spesso in difficoltà i giallorossi ed espugnando più di una volta il Via del Mare, come nello scorso campionato, una sconfitta che al Lecce costò tanto e si rivelò decisiva per la mancata promozione diretta in serie A, una ferita che ancora sanguina. A proposito, bentornati anche ai ragazzi della Nord che hanno ripreso ad incitare incessantemente la squadra, un’arma in più per ottenere un altro miracolo sportivo.

Adolfo Starace
© Riproduzione riservata

 

In foto: Strefezza autore del gol del 3-0