• domenica , 17 Ottobre 2021

Spettacolo/Cultura - 12 Ott 2021

“La festa di Uasc”, otto giorni di musica, incontri e laboratori a Lecce e Corigliano d’Otranto

Appuntamenti dal 12 al 24 ottobre. Tra gli ospiti l'Ottetto dell'Orchestra di Piazza Vittorio, Mombao, Flee Project, Giovanni Chirico, Vito De Lorenzi, Redi Hasa, Rocco Nigro, Claudio Prima, Raffaella Aprile ed altri


Spazio Aperto Salento

Otto giorni di musica, incontri e  laboratori fra Lecce e Corigliano d’Otranto, per “La festa di Uasc”, evento promosso dall’omonima associazione salentina di concerti e booking, con il sostegno della Regione Puglia.

Si comincia oggi, martedì 12 ottobre, con il Laboratorio di musica e costruzione di strumenti per bambine e bambini dai 6 ai 12 anni, a cura del percussionista Vito De Lorenzi, nei locali di Acchiappalibri a Lecce. Il Laboratorio, organizzato in collaborazione con l’associazione “Fermenti Lattici” e “Storie cucite a mano”, è gratuito, e si svolgerà anche nei giorni di venerdì 15 e 22 ottobre, dalle ore 16.30 alle 18.30. Per le iscrizioni, i genitori interessati  dovranno contattare il numero di cellulare 340-4722974.

La finalità principale dei Laboratori consiste nella realizzazione, da parte dei partecipanti, di strumenti musicali, assemblando e rimodellando i materiali di riciclo di uso quotidiano:  bottiglie e bicchieri di plastica, cannucce, elastici, guanti in lattice e così via.

fine lavoro, domenica 24 ottobre si terrà una Festa nelle Officine Cantelmo di Lecce, in occasione della quale le bambine ed i bambini si esibiranno suonando proprio gli strumenti che avranno realizzato.

Sabato 16 e domenica 17, sempre di ottobre, “La festa di Uasc” si trasferirà nel Castello Volante di Corigliano d’Otranto. Sabato 16 (ore 20.30, ingresso gratuito), appuntamento con Free Project, la piattaforma indipendente di ingegneria culturale dedicata alla documentazione ed alla valorizzazione di culture ibride, fondata da Olivier Duport, Carl Ahnebrink e Alan Marzo.

La serata, moderata dalla giornalista Giorgia Salicandro, sarà incentrata sul progetto “Tarantismo: odissea di un rituale italiano”. Per l’occasione, è prevista la  presentazione del libro contenente nove saggi sull’antico rituale. Assieme ad Alan Marzo, curatore del volume, interverranno tre fra gli autori: Luigi Chiriatti, Gino L. Dimitri ed Edoardo Winspeare (gli altri sono Antonio Santoro, Chiara Samugheo, Claudia Attimonelli, Pamela Diamante, Salvatore Bevilacqua e Mattia Zappellaros).

Di particolare interesse, subito dopo, il racconto sul doppio disco che sul tema dello stesso rituale, contiene le registrazioni originali “catturate” in Puglia alla fine degli Anni Cinquanta, da Diego Carpitella, Ernesto de Martino ed Alan Lomax, nonché sei rielaborazioni uniche di musicisti elettronici e produttori contemporanei d’avanguardia: Bjorn Torske & Trym Søvdsnes, LNS, Uffe, Kmru, Bottin e Don’t DJ. A conclusione, musica con Flee Bottin ed altri ospiti.

La serata di domenica 17 sarà dedicata alle esperienze musicali multietniche. In apertura, alle ore 20 (ingresso gratuito), Giorgia Salicandro modererà un incontro con Pino Pecorelli dell’Orchestra di Piazza Vittorio a Roma, Claudio Prima de La Répétition,  Orchestra Senza Confini, e Raffaella Aprile dell’Orchestra Popolare di via Leuca di Lecce. In cartellone, poi, alle 21.30 (ingresso 20 euro), il concerto dell’Ottetto dell’Orchestra di Piazza Vittorio, i sodalizio nato nel 2002 ad opera di artisti, intellettuali ed operatori culturali, con l’obiettivo di valorizzare l’omonima Piazza romana del rione Esquilino, notoriamente zona  multietnica della Capitale.

Sul palco si esibiranno Carlos Paz Duque (Ecuador, voce e flauti), Houcine Ataa (Tunisia,  voce), Ziad Trabelsi (Tunisia,  voce e sud), Peppe D’Argenzio (sax), Duilio Galioto (tastiere), Emanuele Bultrini (chitarra), Pino Pecorelli (basso), e Davide Savarese (batteria). A fine concerto e con ingresso gratuito, sulla terrazza di “Nuvole, cibi, storie, culture”,  l’Officina del gusto e degli spiriti dell’antico maniero, per “Le domeniche al Castello” organizzate nell’ambito del “Sei festival Tutto l’anno”, promosso da Coolclub di Lecce col sostegno della Regione Puglia, sono previste le selezioni musicali del dee jay Rachele Andrioli.

Ultimi due appuntamenti, sabato 23 e domenica 24, nelle già citate Officine Cantelmo di Lecce, con due serate ad ingresso gratuito ed inizio alle ore 20.30. Sabato 23, presentazione dei libri “Il grande caldo” e “Metamorfosi a cielo aperto” di Roberta Pappad, inseriti nella collana della Casa Editrice “Kurumury”, “Mister Meteo”. A seguire, la musica di “Bases”, primo lavoro del sassofonista Giovanni Chirico in Trio con Davide Chiarelli alla batteria e Donato Quarto alla chitarra acustica e Friends, fra i quali Giorgio Distante al basso tuba.

A partire dalle 22.30, infine, la scena sarà per il duo Mombao (Damon Arabsolgar ed  Anselmo Luisi), che proporrà un progetto già portato in Germania, Slovenia, Croazia, Serbia, Bosnia, Kosovo, Marocco ed altre parti d’Italia, a metà fra un rituale, una performance ed  un concerto rock. Il progetto è lo stesso con cui quest’anno, i Mombao hanno vinto la  residenza artistica post-coloniale Milano Mediterranea.

Domenica 24, Laboratorio di Pizzica Pizzica a cura dell’associazione “Tarantarte, quindi la Festa di cui s’è scritto con l’esibizione delle bambine e dei bambini del Laboratorio di musica e costruzione di strumenti, ed alle 20.30, concerto del Trio composto dal fisarmonicista Rocco Nigro, dal violoncellista Redi Hasa e dal percussionista Vito De Lorenzi. I tre musicisti proporranno brani che  congiungono le due sponde dell’Adriatico.

Per ogni contatto, sono a disposizione i numeri 349-2561471 dell’associazione Uasc e 0832-303707 del Cool Club, che col giornalista Pierpaolo Lala cura l’ufficio stampa dell’intera manifestazione.

Toti Bellone
© Riproduzione riservata

 

In foto: Ottetto – Orchestra di Piazza Vittorio