• mercoledì , 5 Ottobre 2022

Calcio - 02 Apr 2022

Lecce Frosinone 1-0: i giallorossi riprendono la corsa

Squadre in campo oggi pomeriggio, 2 aprile, al Via del Mare. Coda segna la rete numero 100 in serie B. Commento al match di Adolfo Starace


Spazio Aperto Salento

Nel segno di Coda, il Lecce dopo quattro pareggi consecutivi batte il Frosinone per 1-0 e si porta a 59 punti in classifica ad un solo punto dalla Cremonese fermata sul pari allo “Zini” dalla Reggina. Per il bomber giallorosso è la rete n. 100 in serie B, un traguardo importante per un calciatore di primissima qualità, fondamentale nella serie cadetta.

La vittoria del team di Baroni poteva essere più netta se nel secondo tempo non fossero state sprecate due-tre occasioni abbastanza lampanti. La cronaca registra nel primo tempo un avvio su ritmi elevati per il costante pressing effettuato dalle due compagini che non permettono ai rispettivi attacchi di avere gli spazi necessari per azione pericolose.

Al 15′ i giallorossi costruiscono la prima vera occasione del match: è Coda che serve alla perfezione Di Mariano sul cui tiro a botta sicura di oppone il portiere ciociaro Minelli e sulla ribattuta lo stesso attaccante non centra la porta sguarnita. Poi è ancora il Lecce al 27′ a sfiorare il gol al termine di una bella azione sulla sinistra che porta Gargiulo a servire una palla all’altezza del dischetto di rigore all’accorrente Hjulmand che si fa ribattere il tiro in calcio d’angolo.

Il Lecce concretizza il buon periodo di supremazia al 40′ con un gol da manuale del suo attaccante di razza che risponde al nome di Massimo Coda. Su cross di Di Mariano il bomber anticipa di testa il difensore Kalaj e  porta in vantaggio la sua squadra. Allo scadere del primo tempo il Frosinone costruisce l’unica palla gol dell’intero match: Ricci dopo aver scambiato palla con Zerbin si trova in ottima posizione per calciare in porta ma il suo tiro finisce lontanissimo dai pali.

Nella ripresa, dopo un buon avvio del Frosinone, che però non impensierisce mai il portiere Bleve, iniziano le sostituzioni. Grosso manda in campo prima Oyono per Barisic e successivamente nel tentativo di dare più incisività alla manovra dei ciociari cambia Canotto, Zerbin e Lulic per Tribuzzi, Cicerelli e Novakovich. Anche Baroni mette dentro Faragò e Bjorkengren al posto di Blin e Gargiulo.

Dopo una pericolosa conclusione di Coda, al 74′ i giallorossi hanno una clamorosa doppia occasione per chiudere il match: è sempre Coda a lanciare in campo aperto Di Mariano il quale dopo aver saltato il portiere Minelli calcia debolmente a porta vuota permettendo a Cotali di respingere sulla linea di porta. Sullo sviluppo dell’azione è Strefezza a porgere a Coda una palla da spingere in porta ma anche in questo caso il difensore Oyono ci mette una pezza. Poi fino allo scadere del tempo succede ben poco e dopo 5′ di recupero l’arbitro fischia la fine della gara.

Nel Lecce da segnalare l’ottimo rientro di Di Mariano pedina fondamentale nello scacchiere di Baroni, la prova più che sufficiente della difesa giallorossa. Ottima, come sempre, la prova di Hjulmand, stratosferica quella di Coda, un marziano in questa categoria.

Adolfo Starace
© Riproduzione riservata

 

LECCE: Bleve, Lucioni, Calabresi (76’ Gendrey), Tuia, Gallo, Gargiulo (61’ Bjorkengren), Blin (63’ Faragò), Hjulmand, Strefezza, Coda (87’ Asencio), Di Mariano (87’ Listkowski). Allenatore: Baroni

FROSINONE: Minelli, Kalaj (70’ Maestrelli), Gatti, Cotali, Barisic (46’ Oyono), Boloca, Ricci, Canotto (60’ Tribuzzi), Lulic (60’ Novakovich), Ciano, Zerbin (61’ Cicerelli). Allenatore: Grosso

Marcatori: 40’ Coda

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

 

Foto in alto: il gol di Coda

 

Esultanza di Coda dopo il gol

Gargiulo

Gallo

Di Mariano in azione

Calabresi

Il saluto di Grosso con Baroni