• mercoledì , 19 Giugno 2024

Evento - 23 Set 2022

Lecce, Radio Tosunian dal vivo alle Tagghiate Urban Factory


Spazio Aperto Salento

La sperimentazione sonora della Radio, sarà di scena sabato 24 settembre 2022 alle ore 21, nelle “Tagghiate Urban Factory” di Lecce, con lo spettacolo “Sogno Caparbio volume 1”, organizzato dai giovani studenti e lavoratori di Radio Tosunian.La programmazione verrà  eseguita in diretta in cuffie wireless, per dare vita ad un’esperienza più avvolgente, che si svolgerà in concomitanza col Queer Market Show, la Comunità formata da artiste ed artigiane locali.Tra performance fisiche e sonore, sul palco delle “Tagghiate”, si alterneranno Clitox, Billie Kill e Allister Victoria, ed Andrea B.e.a.s.t.i.e.

L’evento costituisce una sorta di sunto delle cinque serate che, seguendo l’insegnamento dell’attore, regista e drammaturgo salentino Carmelo Bene (Campi Salentina 1937, Roma 2022), gli stessi tosuniani hanno organizzato in estate nella cava dismessa di tufo di Arnesano, sede dell’associazione di promozione sociale e culturale “Ritorno alla Terra”, fondata dal giornalista Vito Antonio Pati, in arte Mago Fracasso. Nella cava, che sorge nel cuore dell’antica Valle della Cupa, attorno ad un tavolo imbandito con prodotti della terra coltivati nella stessa cava, si sono riuniti artisti, pittori, scultori, ceramisti, attori, imprenditori e professionisti, le cui parole in libertà registrate, assieme alle immagini riprese, verranno riunite nel primo Film realizzato da Radio Tosunian.

Denominatore comune del lungometraggio, saranno il linguaggio interdisciplinare e la nuova idea di Radio pensata dai tosuniani. Una Radio che privilegia la musicalità piuttosto che la musica, la forma piuttosto che il contenuto ed il senso. Non a caso, fondata nel 2017 da  Francesco Tandoi, Marco Saracino, Jonathan Marchese, Nathan de paz Habib, Gaia De Luca, Gabriele Contaldo, Ilari Castellan, Filippo Caniato e  Gianpaolo Assenza, l’emittente in continua evoluzione (in programma sono altre serate dal vivo e nuove collaborazioni artistiche), mira a smantellare il concetto stesso di Radio, a partire dalla struttura e dalle sue costanti, per giungere, appunto, ad un’idea diversa di Radio, o se si preferisce, di diversa Radio.

Toti Bellone
© Riproduzione riservata