• sabato , 25 Settembre 2021

Calcio - 24 Gen 2021

L’Empoli domina ma il Lecce sorprende nel finale

Per la formazione toscana segna l’ex giallorosso La Mantia, ma non esulta


Spazio Aperto Salento

L’Empoli arriva al Via del Mare portando in dote ciò che rappresenta, ossia una grande squadra che non a caso è in testa alla classifica, solitaria e con diversi punti di distacco dalle altre.

In campo già dai primi minuti i nuovi acquisti giallorossi, il difensore Fabio Pisacane e il centrocampista Boban Nikolov, mentre i toscani confermano la formazione che ha battuto la Salernitana.

Il macedone dimostra subito la sua grinta, e in effetti si fa ammonire dopo pochi minuti, senza incidere positivamente nella gara. Pisacane, invece, pur non brillando, fa il suo dovere e si muove come ci si aspettava da uno come lui, di mestiere ed esperienza.

In generale, però, il Lecce appare spento e subisce le azioni dell’avversario, che riesce a far pesare tutti i suoi 8 punti di distacco rispetto ai giallorossi, dando prova di grande superiorità di gioco; passa infatti in vantaggio al 33’ con Haas e all’inizio della ripresa raddoppia con un “doloroso” colpo di La Mantia, ex giallorosso con il Lecce nel cuore, che non esulta.

Corini prova a dare una scossa ai suoi facendo entrare Listkowski, il ritrovato Rodriguez e Björkengren e, dopo pochi minuti, anche il nuovo Hjulmand e il giovanissimo Gallo.

Qualcosa in effetti cambia, e al 79’ arriva il primo squillo giallorosso che, con capitan Mancosu, in pochi minuti mette in discussione il risultato.

Nonostante si è ormai nella fase finale di una partita che sembrava aver detto già tutto, gli uomini di Dionisi sembrano vacillare, forse anche per stanchezza, e al 90’ Rodriguez regala il pareggio al Lecce.

Un 2-2 che suona come una beffa per gli ospiti, mentre per i padroni di casa prende forma la netta sensazione che, se solo la gara fosse durata un po’ di più, con l’entusiasmo maturato dai cambi e dagli innesti, forse si poteva strappare anche un altro gol. Ma per i sogni c’è sempre tempo, oltre che un intero girone di ritorno.

Mimma Leone

 

Immagine in alto: Rodriguez in azione (Foto Pinto)