• lunedì , 20 Settembre 2021

Evento - 30 Mag 2021

“Maggio Musicale Salentino”, concerto del gruppo “Crianza suoni.a.sud”

Streaming sul canale YouTube di “Luna Rossa Records”, alle 19 di oggi


Spazio Aperto Salento

Appuntamento conclusivo della XIII edizione del “Maggio Musicale Salentino”. Questa sera, sul palco del teatro Apollo di Lecce, si esibirà il gruppo salentino “Crianza suoni.a.sud”. Lo spettacolo, da non perdere per le peculiarità concertistiche e per le capacità artistiche dei musicisti in campo, come i due precedenti appuntamenti della rassegna sarà trasmesso in  streaming sul canale YouTube di “Luna Rossa Records”, alle 19 di oggi.

Protagonisti della serata saranno Alessandro Podo Brunetti (voce) di Salice Salentino, Gianluca Milanese (flauto) di Cavallino, Marco Schiavone (violoncello) di Campi Salentina, Roberto Maffei (tamburello) di Campi Salentina, Mimmo Russi (percussioni) di Mesagne. Tutti componenti del gruppo Crianza suoni.a.sud”, in questi ultimi anni particolarmente apprezzato dal pubblico non solo salentino.

Il quintetto unirà “suoni prettamente salentini con sonorità arabe provenienti dal vicino mediterraneo e ritmi sudamericani, fondendoli in un abbraccio volto a far riflettere su un solo e chiaro concetto: unire sempre e mai dividere”.

“Crianza suoni.a.sud” è un progetto artistico-musicale che ha l’obiettivo di “rappresentare” un vero e proprio “Inno al Sud fatto con Crianza, accompagnando i testi nudi e crudi della tradizione popolare del sud Italia alle sonorità bossa nova arabe e latine senza tralasciare il consueto e rappresentativo tamburello”.

“La scaletta – viene spiegato – in questo concerto partirà con un pezzo strumentale Pizzica Dorica composto dal maestro Gianluca Milanese, per poi passare ad un omaggio all’immensa Rosa Balestrieri, la prima cantautrice siciliana che ebbe il coraggio di urlare da un palco tutto quello che di fituso stava combinando la mafia a quei tempi. Il viaggio musicale continuerà attraverso le tradizioni, approdando in Salento con Damme nu ricciu, un inno alla Donna e all’Amore in genere. Con una personalissima e intima versione di Tammurriata nera, arriverà dunque in Campania per capire l’importanza delle proprie radici e la ricerca delle proprie identità a qualsiasi costo. Il viaggio proseguirà nel Salento con argomenti caratterizzanti il nostro territorio: l’eterno dualismo tra sacro e profano che talvolta regola il sentimento principe delle canzoni tradizionali meridionali e che con Canuscu na carusa emergerà vivido e impetuoso. La performance si chiuderà con un messaggio di speranza per la stagione che sta per iniziare, affinché l’oscuro periodo lasciato alle spalle diventi solo un brutto ricordo. Questo augurio sarà “formulato” con un pezzo cardine della tradizione popolare salentina, offerto in una veste nuova, fresca e… pronta da ballare: Zumpa Ninella che per l’occasione diventa Samba Ninella”.

Gli altri appuntamenti del “Maggio Musicale Salentino”, presentati da Giovanna Polititi, si sono tenuti il 28 maggio (Ensemble Concentus)  e ieri (Marco Rollo).

“Il festival Maggio Musicale Salentino – si legge fra l’altro in una nota dei promotori – è un evento organizzato dall’associazione culturale Aulos (project manager Simona Ciullo). Il Festival, che ha ricevuto il riconoscimento del Ministero dello Sviluppo economico, Ufficio Brevetti e Marchi, è una manifestazione artistico-culturale che propone la diffusione della musica, attraverso anche l’incontro con altre arti, quali la danza e la poesia. Giunto alla XIII edizione, il Festival è stato organizzato sotto la direzione artistica del maestro Gianluca Milanese. La finalità del Festival è quella della diffusione della musica e delle arti attraverso artisti salentini per la valorizzazione delle eccellenze del territorio”.

A causa della pandemia e per rispetto delle norme anti-Covid, la XIII edizione della manifestazione è stata registrata per la trasmissione online. (r.f.)

© Riproduzione riservata

 

Link per seguire l’evento (alle 19 di oggi):

“Maggio Musicale Salentino”