• mercoledì , 30 Novembre 2022

Galatina - 29 Set 2022

“Musica dotta”, riparte il tour del Festival organistico del Salento

A Galatina la prima tappa della Rassegna organizzata dall’Istituto di cultura musicale “Johan Sebastian Bach” di Tricase


Spazio Aperto Salento

Il maestro Lorenzo Ghielmi, concertista titolare dell’organo Ahrend della basilica di San Simpliciano a Milano, aprirà il cartellone di ottobre dell’VIII edizione del Festival Organistico del Salento, organizzato dall’Istituto di cultura musicale “Johan Sebastian Bach” di Tricase.

L’appuntamento è per le ore 19.30 di sabato 1 ottobre, nella basilica di Santa Caterina d’Alessandria a Galatina, conosciuta anche e forse soprattutto per i suoi mirabili affreschi del XV secolo, che le hanno valso l’appellativo di “Cappella Sistina del Salento”. La basilica conserva anche uno dei più antichi organi di Puglia, realizzato da un Anonimo artigiano nel 1558; ed è con le sue note che il maestro Ghielmi proporrà un viaggio musicale nell’Europa del Tardo Rinascimento e del Primo Barocco.

La Rassegna proseguirà il giorno successivo, domenica 2, alle ore 20, con l’Ensemble “Le armoniche stravaganze”, nella chiesa di San Giorgio Martire a Bagnolo del Salento. L’Ensemble è composta dall’organista Francesco Scarcella, che del Festival è il direttore artistico, e dai violinisti Mattia Cotardo e Luca Gorgoni.

Altre due esibizioni, sono previste per il fine settimana dell’8 (sabato) e del 9 (domenica) di ottobre, rispettivamente a Soleto ed a Nardò. Nel primo centro, alle ore 20.30, l’organo della chiesa di Maria Santissima Annunziata, verrà suonato dal maestro Giovannimaria Perrucci, nel secondo, alle ore 19.45, nella Cattedrale intitolata a Santa Maria Assunta, sarà invece di scena l’Ensemble a geometria variabile, “Accademia Ducale”.

La Cattedrale di Otranto, ospiterà poi, sabato 15 alle ore 19,  l’organista Leonardo Antonio Di Chiara, mentre il giorno successivo, domenica 16 alle ore 19.30, sarà la volta dell’organista Carmine Lavinia, ospite della chiesa di Santa Maria dei Martiri a Martignano.

E sempre di domenica, il 23 alle ore 19.30, il Festival tornerà a Lecce, nel Santuario di Sant’Antonio a Fulgenzio, con l‘esibizione del maestro Antonio Rizzato. Il giorno successivo, lunedì 24, tappa a Carmiano, nella chiesa madre, con l’organista Davide Tenerani. Per l’ultimo concerto di ottobre, sabato 29 alle ore 19.30, la scelta è caduta sulla chiesa di Maria Santissima Assunta di Vernole, dove l’organo verrà suonato dal già citato direttore artistico Francesco Scarcella, ospite il soprano Claudia Gaudino.

L’obiettivo del Festival, i cui concerti proseguiranno nei mesi di novembre e dicembre, è di valorizzare il ricco patrimonio di organi storici presenti nella chiese e nelle Confraternite del Tacco d’Italia, fra i quali, oltre all’Anonimo del 1558 di Galatina, sono da citare l’Olgiati-Mauro del 1628, custodito nella chiesa madre di Salve, ed il Chircher del 1726 della chiesa di San Francesco a Gallipoli.

La manifestazione, caratterizzata dalle esecuzioni di “musica colta” che richiama studiosi, appassionati e turisti, è resa possibile da Ministero della cultura, Regione Puglia e Provincia di Lecce, nonché dalla disponibilità delle Diocesi ed Arcidiocesi salentine, del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce e dal sostegno di Caroli Hotels. Per info e prenotazioni: 347-6190411 e festivalorganisticodelsalento.com.

Toti Bellone
© Riproduzione riservata