• mercoledì , 29 Maggio 2024

Ambiente - 11 Mag 2022

“No” della Regione a impianto eolico offshore, i sindaci: “Presa di posizione che aspettavamo da 5 mesi”


Spazio Aperto Salento

“Esprimiamo soddisfazione per la presa di posizione chiara e netta da parte del Governo regionale della Puglia contro il progetto di un mega impianto eolico offshore al largo della costa Otranto-Leuca. È un primo passo importante nella grande battaglia contro questo mostro che minaccia il nostro mare e la nostra costa. 

Il «no» dichiarato ieri in Consiglio regionale dall’assessora all’ambiente Anna Grazia Maraschio, in risposta all’interrogazione del consigliere regionale Paolo Pagliaro che da cinque mesi sta combattendo al nostro fianco contro questo progetto che minaccia il paesaggio, la bellezza e l’economia turistica del nostro territorio, è un’assunzione di responsabilità che chiedevamo da tempo alla Regione, per rafforzare la nostra opposizione.  

Siamo certi che il presidente Michele Emiliano e gli assessori competenti, Anna Grazia Maraschio e Alessandro Delli Noci, sapranno far valere con forza le ragioni della difesa del paesaggio rispetto alle scelte localizzative degli impianti da fonti rinnovabili in mare, che non sono di esclusiva competenza del Governo nazionale ma devono tener conto delle indicazioni dei territori attraverso gli enti locali. Adesso ci aspettiamo che traccino linee di demarcazione nette tra le aree dove si possono impiantare parchi eolici offshore, e quelle interdette, come prevedono le linee guida per la redazione del Piano di gestione dello spazio marittimo che il Governo sta preparando. 

Ringraziamo il consigliere Pagliaro per aver portato avanti con tenacia e determinazione questa nostra battaglia in difesa del Salento e di uno dei tratti costieri più belli al mondo. Un patrimonio che non può essere sfregiato da novanta pale eoliche alte quasi trecento metri, piazzate in mare a deturpare uno dei tratti di costa più belli al mondo”.

I sindaci:
Andrea Barone (Alezio), Irene Chilla (Bagnolo del Salento), Paolo Greco (Caprarica di Lecce), Franco Petracca (Castrignano del Capo), Luigi Fersini (Castro), Dina Manti (Corigliano d’Otranto), Salvatore Coluccia (Diso), Monica Gravante (Giurdignano), Dino Sorrento (Guagnano), Marcello Rolli (Leverano), Johnny Toma (Matino), Marco Poti (Melendugno), Michele Sperti (Miggiano), Giuseppe Maglie (Montesano Salentino), Pierpaolo Cariddi (Otranto), Franco Zezza (Palmariggi), Silvia Tarantino (Porto Cesareo), Tonino Rosato (Salice Salentino), Salvatore Sales (Sanarica), Gabriele Petracca (San Cassiano di Lecce), Alessandro Quarta (San Donato di Lecce), Mino Piccione (Sannicola), Pasquale Bleve (Santa Cesarea Terme), Antonio Casarano (Seclì), Giovanni Casarano (Sogliano Cavour), Graziano Vantaggiato (Soleto), Bruno Corrado (Supersano), Adriano De Paola (Uggiano La Chiesa), Franco Leo (Vernole).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comunicato