• lunedì , 21 Giugno 2021

Trasporto pubblico urbano - 21 Mag 2021

Porto Cesareo, dal 19 giugno il servizio di bus navetta estivo

La sindaca Silvia Tarantino: “Abbiamo garantito una più ampia copertura del territorio con tre differenti linee”. Il servizio sarà gratuito fino al 12 settembre  


Spazio Aperto Salento

Partirà il 19 giugno prossimo, a Porto Cesareo, il nuovo servizio di bus navetta che consentirà, fino al 12 settembre, di decongestionare il traffico cittadino e quello sulle vie per le spiagge, durante il periodo estivo, oltre che fornire un servizio di mobilità importantissimo per residenti e turisti.

Un servizio in continuità con le stagioni passate, votato all’unanimità in Consiglio comunale ma con tre importanti novità: l’aggiunta di una nuova linea (si passa quindi da due a tre), l’estensione in termini di percorso e la gratuità.

Tre i bus per altrettante linee, in modo tale da coprire il territorio fino a Torre Lapillo, a nord, e fino a La Strea, a sud.

– Linea 1: è la linea urbana, che ha subìto modifiche rispetto alle stagioni precedenti. Salirà infatti fino al Colle Azzurro, e passerà a cadenza di 45 minuti;

– Linea 2: modificata perché non si fermerà più all’altezza di bacino Grande ma arriverà fino alla torre di Torre Lapillo, a cadenza di 60 minuti;

– Linea 3: nuova, andrà da Porto Cesareo fino alla penisola de La Strea, con sosta in un parcheggio privato. Passerà ogni 45 minuti.

“Abbiamo garantito – spiega la sindaca Silvia Tarantino – una più ampia copertura del territorio con tre differenti linee. L’intervento mira ad incentivare una mobilità differente, più consapevole, e una fruizione della costa e del centro più agevole per tutti. Le navette consentono di decongestionare il traffico urbano in un periodo ad altissima densità, abbattere i costi per gli stessi automobilisti e l’inquinamento acustico e ambientale”. 

Un servizio, attivo tutti i giorni dalle 9 alle 2, che sarà comunque sperimentale in attesa di raggiungere anche Punta Prosciutto, località che insiste però su una arteria provinciale.

“Abbiamo puntato ad un’azione a costo zero per i fruitori – sottolinea l’assessore Barbara Paladiniimpiegando le somme della tassa di soggiorno. Siamo davanti ad una sfida che abbiamo deciso di affrontare pensando anche alle periferie”.

 

 

 

 

Comunicato