• lunedì , 27 Settembre 2021

Vendemmia 2021 - 09 Set 2021

“Treno del Negroamaro” in arrivo a Novoli e Campi Salentina

Evento in programma sabato 11 settembre, con partenza alle 17 da Lecce. Iniziativa promossa da “Rotaie di Puglia”, in collaborazione con “Welcome Lecce”


Spazio Aperto Salento

In treno nel Salento per vivere la Campagna vitivinicola. L’occasione viene offerta da “Rotaie di Puglia”, in collaborazione con “Welcome Lecce”. L’evento, denominato “Treno del Negroamaro”, si svolgerà sabato 11 settembre, con partenza alle ore 17 dalla stazione ferroviaria di Lecce, per raggiungere prima Novoli e poi Campi Salentina, e rientrare nel capoluogo, poco dopo le ore 21. Andata e ritorno, ovviamente, in treno.

Viaggio, visite guidate ed ingressi vari, prevedono una quota di partecipazione di 10 euro a persona, nella quale è inclusa una piccola degustazione. Gli interessati potranno prenotarsi al numero di cellulare 347-1225188, oppure scrivendo una mail all’indirizzo rotaiedipuglia@gmail.com, in questo caso indicando nome e cognome, eventuale numero di partecipanti e numero di telefono. In ossequio alle recenti disposizioni di legge in tema di Covid-19, gli intervenuti dovranno presentarsi muniti di green pass.

Ma andiamo con ordine.

Come s’è detto, l’appuntamento sarà allo scalo ferroviario leccese, più esattamente al binario 5, alle ore 16.45. Un quarto d’ora dopo, partenza per Novoli, dove è prevista la visita alle Cantine De Falco, per assistere da vicino alle operazioni attraverso le quali i grappoli d’uva appena raccolti, vengono trasformati in mosto.

Prima dello spostamento a Campi Salentina, ci sarà anche tempo per spiegare ai visitatori in che modo la coltivazione dei vigneti si lega al culto di Sant’Antonio Abate, conpatrono della cittadina con Maria Santissima del Pane, e di conseguenza al tradizionale rito della Fòcara, il più grande falò d’Europa (venti metri di diametro per venticinque di altezza), che la sera del 16 gennaio di ogni anno, si rinnova proprio a Novoli con l’accensione di almeno 100mila fascine.

A Campi, altra località della provincia legata alle attività della viticoltura, fra vicoli e corti, ai partecipanti verrà fatto visitare il borgo antico. Dopodiché, la visita riguarderà il neonato museo della tradizione salentina, “La Fabbrica”, voluto dalla famiglia Guarino nel grande stabile ristrutturato, che un tempo ospitava un importante tabacchificio. Ed in tema di tabacchi, nello stesso luogo si terrà un breve Focus sulla storia delle lavoratrici del tabacco, meglio conosciute come tabacchine.

Toti Bellone
© Riproduzione riservata

 

Foto in alto: Il Treno del Negroamaro

 

Una veduta del Museo “La Fabbrica” di Campi Salentina