• martedì , 29 Novembre 2022

Calcio/Serie A - 05 Nov 2022

Un buon Lecce sfiora la vittoria, fermato dai pali e dalla sfortuna

Pareggio dei giallorossi in trasferta, 1-1 contro l’Udinese nell’anticipo di ieri, giovedì 4 novembre (inizio ore 20.45). Commento al match di Adolfo Starace


Spazio Aperto Salento

Nell’anticipo della 13a giornata di serie A, Udinese e Lecce impattano sull’1-1, al termine di una bella gara ben giocata soprattutto dai giallorossi. Al gol leccese di Colombo, al 33′ del primo tempo, per i friulani ha risposto Beto, al 23′ della ripresa. Un risultato positivo per il team di Baroni ma rimane il rammarico per una vittoria sfumata dopo un gran primo tempo nel quale i giallorossi hanno anche colpito due clamorosi pali.

Il Lecce schiera al centro della difesa Umtiti con Baschirotto, in mezzo al campo Blin fa coppia con Hjulmand, mentre in attacco si rivedono Banda e Colombo. La partenza dei giallorossi è micidiale e dopo soli due minuti Strefezza colpisce il palo con un tiro dai venti metri che mette i brividi al portiere friuliano che non tenta nemmeno la parata.

La prima conclusione dell’Udinese arriva al 22′ con un tiro centrale di Pereyra bloccato senza problemi da Falcone. Ma il Lecce tiene in pugno la gara grazie ad un pressing a tutto campo e ad una difesa che si avvale di tutta l’esperienza di Umtiti, ieri impeccabile. Accade così che al 33′ i giallorossi passano meritatamente in vantaggio con Colombo che sfrutta un rimpallo favorevole sul difensore Ebosse e mette in rete la palla dello 0-1.

La reazione dell’Udinese non c’è, anzi è ancora il Lecce che si rende pericoloso e, proprio nel recupero del primo tempo, Gallo dalla distanza colpisce il secondo legno, sfiorando il raddoppio che avrebbe certamente dato un altro significato alla seconda parte della gara.

Nel secondo tempo l’Udinese aumenta i ritmi della gara e l’ingresso di Success serve a dare maggiore vivacità sulla fascia sinistra alla manovra friuliana ma il Lecce regge bene le sfuriate dei locali. Poi si fa male Umtiti, sostituito da Dermaku, e la difesa giallorossa perde la sua compattezza. Al 68′ Beto, sull’ennesima incursione di Success, anticipa il neo entrato Dermaku e mette dentro la palla dell’1-1.

Il Lecce fa più fatica a controllare le sfuriate dell’avversario e Baroni effettua tutte le sostituzioni per arginare gli attacchi dei padroni di casa. Poi, a pochi minuti dalla fine, si infortuna Dermaku ed i giallorossi sono costretti a giocare in 10 le ultime fasi della gara, ma grazie ad un paio di buoni interventi di Falcone i ragazzi di Baroni tengono il prezioso pareggio.

In sede di commento finale si può affermare che la prova dei giallorossi è stata convincente e assolutamente positiva. A parte le solite maiuscole prove di Hjulmand, Baschirotto e Strefezza, ieri ha giganteggiato per sicurezza e senso della posizione Umtiti dimostrando quanto sia indispensabile la sua presenza. Buone le prove di Blin e Colombo, insomma al “Dacia Arena” si è rivisto il Lecce di qualche settimana fa e questo fa ben  sperare  per il prosieguo del campionato.

Adolfo Starace
© Riproduzione riservata