• mercoledì , 21 Febbraio 2024

Lecce - 24 Giu 2023

“Classica d’estate & Wine”, concerto di Maggì e De Giorgi

Appuntamento domenica 25 giugno, alle ore 20.45, nella Sala Giardino di via Lino Suppressa a Lecce. L’evento è stato promosso dalla Camerata Musicale Salentina


Spazio Aperto Salento

Il soprano palermitano Federica Maggì (in foto), vincitrice del Concorso lirico internazionale “Magliano città della musica”, sarà di scena domenica 25 giugno, alle ore 20.45, nella Sala Giardino di via Lino Suppressa a Lecce, per i concerti della Rassegna “Classica d’estate & Wine” della Camerata Musicale Salentina. Accompagnata al pianoforte da Valerio De Giorgi, la cantante proporrà alcune tra le più celebri “arie” del repertorio operistico internazionale, tratte dal “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti, dal “Rigoletto” di Giuseppe Verdi”, da “La Bohéme” di Giacomo Puccini, dal “Romeo et Juliette” di Charles Gounod, ed altre ancora.

Federica Maggì ha conseguito il diploma accademico di II Livello in Canto Lirico al conservatorio Alessandro Scarlatti di Palermo. Vincitrice di diversi primi premi internazionali di canto lirico, le è stato conferito il riconoscimento dal sindaco di Palermo “Tessera Preziosa Mosaico Palermo” e il premio “Donna Palermo”. Tra le sue recenti produzioni: “La Serva Padrona” nel ruolo di Fanny/Serpina al Teatro Massimo di Palermo, “Lo spettacolo dell’alba, musiche del sole nascente” al Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria; “La Bohème” nel ruolo di Musetta presso la Fondazione Sant’Elia; “La lettera Scarlatti” nel ruolo di Sofia; “Le sette lettere” nel ruolo di Angelo a Verona, “Alchimie Mozartiane” nel ruolo di Zerlina sempre al Teatro Massimo di Palermo.

Pianista e compositore leccese, Valerio De Giorgi si è diplomato presso il conservatorio di Lecce “Tito Schipa”. Ha proseguito gli studi musicali perfezionandosi in esecuzione pianistica presso le Accademie di Biella e Roma. È stato maestro sostituto nell’allestimento delle stagioni liriche organizzate dalla Provincia di Lecce. In campo compositivo, si è distinto con l’esecuzione e la registrazione su cd di brani propri e di altri compositori. Nel 2004 una commissione presieduta dal maestro Gianluigi Gelmetti, ha decretato unanimemente l’inno “Tis imesta artena imi”, su testo di Paola Buccarella, musicato e strumentato per grande orchestra sinfonica da Valerio De Giorgi, l’inno della Grecìa Salentina. Dirige vari ensemble strumentali e corali. È docente di pratica dell’accompagnamento e della collaborazione al pianoforte nel biennio di secondo livello presso il conservatorio  “Tito Schipa” di Lecce.