• mercoledì , 24 Luglio 2024

Concerti - 28 Giu 2024

“Classica d’estate & wine”, due appuntamenti a Lecce


Spazio Aperto Salento

Ultimo fine settimana di giugno con la “musica colta” proposta dal cartellone della 54esima Stagione concertistica della Camerata Musicale Salentina, sabato 29 e domenica 30 giugno 2024, nell’ambito della Rassegna “Classica d’estate & wine”. Sul palco della Sala-Giardino di via Lino Suppressa, con inizio alle ore 20.45, si esibiranno rispettivamente, un giovane e talentuoso duo, ed una formazione a tre.

Sabato saranno di scena Giulia Fornaro (flauto) e Francesco Masi (pianoforte), già vincitori del Concerto-Premio assegnato dalla stessa Camerata al Concorso internazionale di musica classica e jazz di Gallipoli; mentre domenica, accompagnati dal pianista Enrico Tricarico, sarà la volta di Cecilia Taliano Grasso (soprano) e di Angelo De Matteis (basso), a loro volta vincitori del Concerto-Premio, anche in questo caso assegnato dalla Camerata, al Concorso internazionale di canto lirico “Magliano ti amo”. I primi eseguiranno musiche di Reinecke, Beethoven, Doppler, Taffanel e Donizetti, mentre i secondi, fra le altre, arie d’opera tratte da” Turandot” di Puccini, “Il barbiere di Siviglia” di Rossini, e ”Don Giovanni” di Mozart.

Per info e prenotazioni: Camerata Musicale Salentina, via XXV luglio, 2B, Lecce, telefoni 0832-309901 e 348-0072654/55.

Giulia Fornaro ha intrapreso lo studio del flauto traverso all’età di 12 anni e nel marzo del 2022 ha conseguito la laurea triennale presso il Conservatorio di musica “Tito Schipa” di Lecce con il massimo dei voti e lode sotto la guida del maestro Luigi Bisanti. Ha partecipato a masterclass e corsi di perfezionamento con i maestri Andrea Manco, Luigi Facchini, Alessandro Muolo, Nicola Rizzo, Egon Mihajlovic. Nell’ottobre del 2022 si è esibita nell’orchestra di flauti “Fortunae Flatus” come primo flauto e flauto solista per conto dell’Associazione Fai. Ha partecipato a vari concorsi, tra cui il Concorso musicale internazionale “La Vallonea” di Tricase, il Concorso internazionale di musica classica e jazz “Trofeo San Lazzaro” di Gallipoli, il Concorso “Musicarte Festival e Competition” di Tiggiano, classificandosi sempre al primo posto assoluto nella sua categoria. Nell’ottobre 2023 ha conseguito, presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, la Laurea magistrale in flauto traverso solistico con il massimo dei voti.

Francesco Masi ha intrapreso lo studio del pianoforte all’età di 9 anni presso l’Accademia musicale mediterranea di Leporano sotto gli insegnamenti della professoressa Agnese Urso, mettendo subito in risalto un grande talento che gli ha consentito in breve tempo di raggiungere ottimi risultati nel percorso formativo. Si è classificato al primo posto in numerosi concorsi nazionali ed internazionali e nel novembre del 2013, in occasione del primo posto assoluto al Concorso “Premio Italia Olimpo Pianistico” ha ricevuto una medaglia d’onore dal Presidente della Repubblica. Si è esibito in varie città d’Italia ed ha partecipato alle masterclass tenute dai maestri Cosimo Damiano Lanza, Alexander Hintchev, Roberto Cappello, Emanuele Arciuli, Giorgio Manni e dalla professoressa Carol Leone. Nel luglio del 2022 ha conseguito il Diploma Accademico Triennale in Pianoforte presso il Conservatorio di musica “Tito Schipa” di Lecce con lode e menzione d’onore. Attualmente si sta specializzando nel Biennio accademico in Pianoforte solistico con la professoressa Francesca Mammana. 

Cecilia Taliano Grasso inizia gli studi musicali da bambina, prima con il flauto traverso e successivamente con il pianoforte. Nel 2015 viene poi ammessa nella classe di canto presso il Conservatorio “Casella” di L’Aquila, per poi proseguire i suoi studi presso il Conservatorio “Respighi” di Latina. Lì consegue il diploma accademico in canto di primo livello nel 2019 e successivamente quello di secondo livello nel 2021, con lode. Nel 2019 debutta ne “Le nozze di Figaro” presso il Teatro Clitunno di Trevi nel ruolo di Susanna. Nel 2023 canta nel ruolo di Fiordiligi nel “Così fan Tutte” presso la Rocca Albornoz di Viterbo; nello stesso anno vince il secondo premio del Concorso lirico internazionale “Magliano ti amo” e il terzo premio del Concorso lirico internazionale “Luigi Zanuccoli”. Nel 2024 canta nel ruolo di Liù nella “Turandot” con Europa InCanto presso il Teatro San Carlo di Napoli, l’Auditorium della Conciliazione a Roma e il Teatro Filarmonico di Verona. Attualmente continua il suo perfezionamento con i maestri Caterina Di Tonno e Fabio Centanni.

Angelo Diego Maria De Matteis è nato a Brindisi, dove ha coltivato fin da bambino la sua passione per la musica. Inizialmente avvicinatosi allo studio della chitarra, ha successivamente intrapreso gli studi di canto lirico sotto la guida della professoressa Raffaella Liccardi. Laureatosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, ha debuttato al Teatro “Umberto Giordano” di Foggia nel ruolo di Don Bartolo nell’opera “Il Barbiere di Siviglia”. Ha poi interpretato il ruolo del Conte di Ceprano nell’opera “Rigoletto” al Teatro “Garibaldi” di Modica. Inoltre, è stato solista nel concerto “Il Francescanesimo in Musica” a Pietrelcina. Ha arricchito ulteriormente la sua esperienza partecipando a varie masterclass, tra cui quella sull’opera lirica italiana con il maestro Michele D’Elia, tenutasi presso il Palazzo Pesce di Mola di Bari, oltre a quelle tenutesi nell’Accademia Gaffurio di Lodi con il maestro Leo Nucci, rinomato cantante internazionale.

Enrico Tricarico, pianista e compositore, compie gli studi musicali presso il conservatorio di Bari. La sua produzione conta attualmente un centinaio di titoli, dove si distingue, sulla soglia della tradizione, un esclusivo linguaggio moderno, istruito e raffinato. Sono state rappresentate sue revisioni e trascrizioni di importanti opere recentemente ritrovate di Giovanni Paisiello (opera buffa Il matrimonio inaspettato), Saverio Mercadante (Concerto per flauto e orchestra n. 4) e Vincenzo Alemanno (oratorio sacro “Mira! O fedel”). La sua musica è stata eseguita in numerosi festival e teatri da autorevoli interpreti ed è pubblicata e incisa su vari Cd. Ha tenuto recital pianistici da solista e in ensemble ed ha diretto le sue composizioni sinfonico-corali Rapsodia mediterranea e Stabat Mater. Come pianista e compositore ha collaborato con l’Orchestra dell’Opera di Tirana, la Diabelliorchester del Musikum di Salisburgo e il Lumina ensemble. Oltre all’interesse per la musica classica, sacra e contemporanea è attivo come direttore e arrangiatore dell’Orchestra Terra del Sole conducendo numerose kermesse tra cui il Magliano festival dal 2012 ad oggi, lo storico “Premio Barocco” e una tappa del festival “Notte della taranta” nel 2019, collaborando con molti artisti del cantautorato italiano. È direttore artistico del “Festival Terra tra due Mari”, del Concorso musicale Giuseppe Tricarico e del Concorso lirico Magliano città della Musica. È inoltre organista della Basilica Cattedrale Sant’Agata di Gallipoli ed è docente presso il liceo musicale-coreutico Enrico Giannelli di Parabita.