• martedì , 18 Gennaio 2022

Ambiente - 04 Nov 2021

Nardò ancora leader nella raccolta differenziata


Spazio Aperto Salento

Il Comune di Nardò si conferma leader nella raccolta differenziata dei rifiuti. Il riconoscimento viene  da Legambiente, che ha così premiato gli sforzi dei neritini, che nel 2020, anno a cui fanno riferimento le rilevazioni, ha raggiunto una percentuale del 72,5, che supera di due punti il risultato dell’anno precedente, che si era assestato al 70,7 per cento. Al dato percentuale da primi della classifica, corrisponde una raccolta pari a quasi 140 chilogrammi (per la precisione 139,13) per abitante. Con tale risultato, Nardò è stato dunque nuovamente inserito nell’elenco dei Comuni pugliesi che si aggiudicano il cosiddetto “Premio Ricicloni” edizione 2021, al quale con 113 unità, concorre il 44 per cento dei Comuni della Puglia.

Il rapporto “Comuni Ricicloni Puglia 2021”, una iniziativa di Legambiente Puglia, patrocinata da Regione Puglia e Anci Puglia e finalizzata a valorizzare le migliori esperienze dei Comuni pugliesi in tema di gestione dei rifiuti, è stato presentato nel pomeriggio di giovedì 4 novembre, a Bari. L’elenco dei “virtuosi”, riguarda i Comuni in grado di superare la soglia del 65 per cento di raccolta fissata dalla normativa nazionale, nel contesto di una media regionale, che nel 2020 si  è assestata al 54,68 per cento.

Nel capoluogo di regione, su delega del sindaco Pippi Mellone, Nardò è stato rappresentato dall’assessora con delega all’Ambiente, Giulia Puglia. “E’ un riconoscimento di cui andiamo orgogliosi – ha dichiarato il primo cittadino – che premia gli sforzi di tutti: dell’Amministrazione comunale e  del soggetto gestore del servizio rifiuti, ma soprattutto dei cittadini, sempre più consapevoli e responsabili sul tema ambientale. Una menzione particolare e assolutamente doverosa – ha concluso Mellone – spetta all’assessore uscente, Mino Natalizio, che su questo e su tutti gli altri dossier del settore Ambiente, ha svolto un lavoro enorme e prezioso”.

 

In foto: Nardò, palazzo municipale