• mercoledì , 24 Luglio 2024

Arci Rubik/Rassegna - 26 Giu 2024

“Paroleluoghi”, a Guagnano Giuseppe Quaranta


Spazio Aperto Salento

Nuovo appuntamento di “Paroleluoghi”, la rassegna letteraria itinerante curata da Arci Rubik. Giovedì 27 giugno 2024, alle ore 21, si terrà l’incontro con lo scrittore Giuseppe Quaranta, finalista al “Premio Calvino 2023” con il romanzo “La sindrome di Ræbenson” (Atlantide, 2023). L’evento è organizzato in collaborazione con “Lu Campanile” e si terrà in vico San Luigi, a Guagnano, presso la sede dell’associazione.

La rassegna “Paroleluoghi” è patrocinata dal Comune di Guagnano. Lo scopo dell’iniziativa è quello di instaurare un dialogo tra luoghi fisici e luoghi letterari, promuovendo la scoperta e la conoscenza tanto degli autori e dei loro libri quanto dei luoghi del territorio di Guagnano.

IL LIBRO

Antonio Deltito è uno psichiatra, «un uomo alto e sgraziato» che ricorda, al narratore di questa storia, «la figura dell’imprenditore Ambroise Vollard, immortalata nel ritratto colmo di sfaccettature che gli fece Picasso». Altrettanto pieno di enigmi e sfumature sembra essere il disturbo psichico che improvvisamente comincia ad affliggerlo. Una serie di amnesie, un’alterazione nella visione dei colori, e sbalzi umorali gravissimi, sono solo i primi segni di un declino inarrestabile che porterà alla frammentazione della sua mente in «pezzi di vetro, scintillanti e amorfi». Durante uno dei molti ricoveri ospedalieri, però, Deltito fa una rivelazione: dice di sapere esattamente cosa lo affligge, ovvero la sindrome di Ræbenson, un disturbo che non compare in nessuna classificazione diagnostica, e sulle cui tracce, a detta dello psichiatra stesso, ci sono da tempo degli studiosi, i ræbensonologi, che hanno a cuore soprattutto che la malattia rimanga celata agli occhi del mondo: chi ne soffre sarebbe infatti incapace di morire di morte naturale… 

L’AUTORE

Giuseppe Quaranta è nato e cresciuto a San Marzano di San Giuseppe, in provincia di Taranto. Vive e lavora a Pisa come medico psichiatra. “La sindrome di Raebenson”, finalista al Premio Calvino 2023, è il suo esordio nella narrativa.