• giovedì , 20 Gennaio 2022

Lecce/Teatro Apollo Lecce - 28 Dic 2021

Successo dello spettacolo di beneficenza “Donne e Uomini…. in genere”


Spazio Aperto Salento

Si è chiuso con un successo di pubblico e di critica, nei giorni scorsi al Teatro Apollo di Lecce, lo spettacolo di beneficenza  “Donne e Uomini…. in genere”, realizzato per raccogliere fondi a favore del Polo Pediatrico Salentino.  L’iniziativa è stata promossa dalla Sezione di Lecce  dell’Associazione Italiana Donne Medico, ed è stata organizzata dalla International Show Pubblicity di Gianfranco Delle Rose.

Il nutrito cast, composto quasi esclusivamente da medici, è stato messo assieme proprio da due medici: Giovanna Zaurino ed Alfredo Pagliaro, mentre il ruolo di conduttori è stato affidato a Monica Serafini ed allo stesso Pagliaro. Oltre che nella direzione artistica dell’evento, Giovanna Zaurino si è misurata con la scena dal vivo, interpretando tre non facili canzoni: “Uomo” di  Mina, “Why don’t you do right”, colonna sonora del film Roger Rabbit, e “That’s what friends are for” di Burt Bacharach, resa celebre  dalla voce di Dionne Warwick. La cantante-medico è stata accompagnata dal suo trio di fiducia, anch’esso composto  da medici: Cesare De Fiore al pianoforte, Roberto Romanello al basso elettrico e Sante Cosentino alla batteria. Il Trio, vera colonna portante dello spettacolo, ha inoltre realizzato ed eseguito tutti gli stacchi che precedevano l’esibizione di ogni altro artista.

Fra le esibizioni, il mix di musiche tratte dal repertorio di Shubert e Chopin, di Virginia Erroi, e le composizioni di Salvatore Avantaggiato, accompagnato da Roberto Romanello e Sante Cosentino, tratte dal repertorio del pianista jazz Michel Petrucciani”. Di spessore, inoltre, la chitarra e voce di Mario Vigneri, che ha intrattenuto con “The long and winding road” di  Paul McCartney, “Immagine” di John Lennon ed “Everybody hurts” dei REM, e di  Silvano Fracella con “Samarcanda” di Roberto Vecchioni, “Generale” di Antonello Venditti, e “Don Raffaè” di Fabrizio De Andrè.

Durante la riuscita serata, non  sono mancati i momenti comici, regalati da Gabriella Margiotta col suo monologo “Il Divano”, e gli sketch in lingua e vernacolo di Annunziata Marra, Maria Serrone, Damiano Fiume e Lara Cataldi. Da sottolineare pure l’esibizione di Vanessa Soggiu (piano) e Piero Conte (baritono), che hanno proposto due “classici” di sempre, “Firenze sogna” e “Dicintecello vuje”.

Il quadro della serata è stato completato dal quartetto “The Swingers” (Lara Joy, Chiara Triggiani, Manuela Nigro e Sergio De Filippi), con i pezzi del “Pinguino innamorato” e “Tullipan”, e la coppia di ballerini di tango argentino, Angela Marati e Salvatore Labriola, che ha ballato sulle note della “Pungatina”. In tema di tango, nell’Apollo occupato in ogni ordine di posti, sono risuonate anche le note della “Cumparsita”, durante le quali, invitato da Alfredo Pagliaro, il pubblico si è alzato in piedi per rendere omaggio al tenore leccese Tito Schipa, che nel 1930 fu il primo a cantarla ed inciderla.

In chiusura, si è esibito il nutrito gruppo di ballerini della scuola “Swing Dance Forever”, che ha portato brio e dinamismo, culminato col coro di “Merry Christmas” di John Lennon, al quale si sono uniti il direttore artistico della serata, Gianfranco Delle Rose, ed il conduttore Alfredo Pagliaro, tutti accompagnati dalla luce dei telefonini, che ha contribuito a rendere ancora più affascinante la coreografia dello spettacolo.

Ad inizio serata, affiancati da Giovanna Zaurino, i conduttori Monica Serafini ed Alfredo Pagliaro, hanno invitato e salutato sul paco la presidente della sezione di Lecce dell’Associazione italiana Donne Medico, Assunta Tornesello, Danila Montinari dell’Associazione Triacorda, e Luana Gualtieri della stessa Aidm, di cui proprio in questo anno 2021 che sta per chiudersi, ricorrono i primi cento anni di vita.