• giovedì , 17 Giugno 2021

Cia Puglia - 11 Giu 2021

Santa Maria al Bagno, presentazione di “PescAgri” Puglia

Appuntamento oggi, alle 11, nell’Oasi Quattro Colonne.  Nell’occasione verrà presentato il volume «Dal mare alla tavola. La filiera ittica in Italia»


Spazio Aperto Salento

Nasce «PescAgri» Puglia, l’associazione di Cia – Agricoltori Italiani della Puglia, costituita per la tutela e la valorizzazione della pesca e dell’acquacoltura. La conferenza stampa di presentazione si terrà oggi, alle ore 11, nell’Oasi Quattro Colonne a Santa Maria al Bagno (Nardò).

Interverranno: Raffaele Carrabba, Presidente Cia – Puglia; Davide Stasi, Data analyst Osservatorio Economico Cia – Puglia; Marilena Fusco, direttore nazionale PescAgri; Claudia Merlino, direttore generale Cia -Agricoltori Italiani; Rosa Fiore, dirigente Sezione Attuazione dei programmi comunitari per l’agricoltura e la pesca; Donato Pentassuglia, Assessore regionale alle Risorse agroalimentari.

Nel corso della conferenza stampa verrà presentato il volume «Dal mare alla tavola. La filiera ittica in Italia», a cura dell’Osservatorio Economico Cia – Agricoltori Italiani – Puglia. All’interno, analisi ed approfondimenti inediti, arricchiti da grafici statistici e chiare tabelle, al fine di rendere i numerosissimi dati più comprensibili e alla portata di tutti. Le aziende sono suddivise per sezioni, divisioni e codici Ateco, nonché per regioni e province, con il dettaglio delle localizzazioni e dei relativi addetti.

Un capitolo è dedicato alle attività di supporto alla filiera: cantieri navali, ditte di costruzioni e di manutenzioni di imbarcazioni, fabbricazione e commercio di articoli per la pesca. Segue una scheda riepilogativa sulla flotta peschereccia. Chiude la pubblicazione un aggiornato approfondimento sugli aiuti al comparto della pesca durante l’emergenza Covid-19.

In particolare, la filiera ittica conta 27.230 imprese, di cui 12.125 sono attive nella sezione A (Agricoltura, silvicoltura e pesca); 674 nella sezione C (Attività manifatturiere) e 14.431 nella sezione G (Commercio all’ingrosso e al dettaglio).

Le prime dieci regioni per numero di imprese sono: Veneto (3.987), Sicilia (3.849), Campania (3.489), Emilia Romagna (2.859), Puglia (2.400), Lazio (2.013), Sardegna (1.374), Marche (1.314), Toscana (1.027) e Calabria (993). Le prime dieci province per numero di imprese sono: Napoli (2.278), Rovigo (2.195), Ferrara (1.962), Roma (1.360), Venezia (1.288), Bari e Bat (1.036), Trapani (838), Salerno (723), Catania (672) e Palermo (628).

Le localizzazioni, ovvero le sedi e unità locali, sono 33.649. Le prime dieci province per numero di localizzazioni sono Napoli (2.735), Rovigo (2.290), Ferrara (2.012), Roma (1.859), Venezia (1.512), Bari e Bat (1.219), Trapani (966), Salerno (952), Cagliari (931) e Catania (785). 

La filiera ittica conta 67.207 addetti. Le prime dieci province per numero di addetti sono Napoli (3.995), Venezia (3.600), Bari e Bat (3.063), Roma (2.974), Rovigo (2.931), Trapani (2.485), Ferrara (2.365), Palermo (2.281), Cagliari (2.218) e Salerno (1.934).

 

 

 

Comunicato