• giovedì , 23 Settembre 2021

Ambiente - 30 Mag 2021

Campagna nazionale di Legambiente spiagge e fondali puliti, a Porto Cesareo raccolti 80 sacchi di rifiuti

Nonostante le condizioni meteo non ideali, questa mattina numerosi volontari hanno portato a termine la missione di ripulire l’isola dei Conigli e alcuni fondali marini

 


Spazio Aperto Salento

Nonostante le condizioni meteo non proprio ideali, la giornata ecologica “Spiagge e Fondali Puliti si è conclusa nei migliori dei modi”. Alla manifestazione hanno partecipato molti cittadini di Porto Cesareo, turisti, le associazioni di volontariato locali e di altri paesi salentini, gli operatori turistici di Porto Cesareo (TaxiBoat), oltre ai rappresentanti del Comune di Porto e dell’Area Marina Protetta che hanno sostenuto e supportato la manifestazione. Un centinaio di volontari armati di guanti, sacchi e tanta buona volontà, hanno ripulito l’Isola dei Conigli dalla cosiddetta Marine Litter, ossia spazzatura marina che si spiaggia con le maree.

Sono stati raccolti 80 sacchi di rifiuti di ogni tipo (circa due quintali): decine di cassette di polistirolo, bottiglie di vetro, bottiglie e bicchieri di plastica, un frigo, uno scaldabagno, pneumatici, vari oggetti di metallo arruginito e tantissime lattine di alluminio.

Il tempo incerto non ha scoraggiato questa bellissima e motivatissima squadra di persone attente al territorio, che quest’oggi, con determinazione, ha voluto lanciare un messaggio di speranza e di ritorno alla natura.

L’attività di raccolta dei rifiuti è stata preceduta da un momento di sensibilizzazione e educazione ambientale, a cura degli esperti del CEA di Porto Cesareo, sul fenomeno della spazzatura marina (Marine Litter), che ormai si è largamente diffuso in tutti i mari. Compreso il nostro!

La plastica (piccola, micro e grande) è ovunque: in superficie, nella colonna d’acqua e sul fondo marino, oltre che nella pancia degli uccelli, dei pesci e molluschi, delle balene, dei delfini e delle tartarughe marine che, purtroppo, specialmente per tale causa, trovano la morte. Dobbiamo porre in essere tutte le azioni utili per combattere questo deleterio fenomeno che tra pochi anni diverrà irreversibile. E la colpa sarà anche nostra.

I rifiuti raccolti sono stati presi in consegna dal personale della ditta Ecotecnica per il corretto conferimento in discarica che, fra l’altro, ha messo a disposizione mezzi e accessori funzionali all’evento.

Legambiente Porto Cesareo ringrazia tutti gli intervenuti: cittadini, turisti, associazioni, amministratori del Comune di Porto Cesareo e dell’Area Marina Protetta. È stata una giornata all’insegna del divertimento e della salvaguardia del creato. Abbiamo condiviso un breve ma intenso percorso di comunità che ha risvegliato tutti noi dal torpore della quarantena, donandoci una gran voglia di ritornare alla vita e alla piena socialità! Ad maiora!

Luigi Massimiliano Aquaro
Presidente Legambiente Porto Cesareo

© Riproduzione riservata

 

Foto in alto:  Sacchi di rifiuti raccolti dai volontari. In basso: alcune immagini della giornata