• mercoledì , 5 Ottobre 2022

Salice - 11 Mar 2022

Comunità energetiche: le realtà locali e la crisi delle risorse

Incontro venerdì 18 marzo, alle 18, nel Centro Parrocchiale “Don Mario Melendugno” di Salice Salentino


Spazio Aperto Salento

 

Luigi Palazzo

“Comunità energetiche. Le realtà locali e la crisi delle risorse” è il titolo dell’incontro che si terrà venerdì 18 marzo, alle 18, presso il Centro Parrocchiale “Don Mario Melendugno” di Salice Salentino (in foto). Interverranno Carmelo Rollo, Presidente di Legacoop Puglia, Antonio Ficarella, direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione presso Università del Salento, Antonella Longo, docente di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni presso Università del Salento, Gianluca Solazzo, ricercatore del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione presso Università del Salento. Modererà la serata l’avvocato Alberta Fina. In apertura, l’intervento dell’avvocato Luigi Palazzo, promotore ed organizzatore dell’evento insieme alla stessa Alberta Fina, a Loredana Persano e a Gabriele Cagnazzo.

Alberta Fina

“L’Italia – spiegano Alberta Fina e Luigi Palazzo – è tra i paesi maggiormente interessati dall’aumento dei prezzi dell’energia, pertanto servono imminenti misure strutturali volte una diminuzione del peso del fisco e ad una progressiva indipendenza dalle forniture estere. Del resto, il forte rialzo del prezzo del gas in quest’ultimo periodo è solo una delle conseguenze della crisi internazionale dei prezzi, inasprita dal grave conflitto scoppiato in Ucraina di cui tutti purtroppo siamo al corrente. Ora più che mai è necessario puntare sulle Comunità energetiche, ossia su nuovi modelli basati su fonti rinnovabili che rendono possibili pratiche di autoproduzione e la partecipazione dei piccoli consumatori”.

L’iniziativa è stata promossa nell’ambito di “Percorsi di comunità”, ciclo di incontri avviati lo scorso settembre su tematiche che consentano di “pensare globale, agire locale”, per coinvolgere “il paese in una riflessione comune sul presente e sulle prospettive future”. (red.)