• lunedì , 27 Settembre 2021

Puglia - 02 Ago 2021

Crisi Gazzetta del Mezzogiorno: solidarietà ai lavoratori

L’appello del segretario Uil Lecce Giannetto: "Non possiamo lasciare giornalisti e poligrafici in balìa degli eventi. Le Istituzioni si muovano". Ieri ed oggi numerosi sono stati gli interventi a sostegno dello storico quotidiano, fra questi anche quello di Emiliano


Spazio Aperto Salento

“Interrompere le pubblicazioni della Gazzetta del Mezzogiorno in attesa dell’aggiudicazione della testata è un atto incomprensibile. Non possono essere le lavoratrici e i lavoratori, giornalisti e poligrafici, a pagare per responsabilità di altri”. È quanto afferma in una nota il segretario generale della Uil di Lecce, Salvatore Giannetto.

Da oggi, a causa delle note vicende che hanno interessato lo storico quotidiano di Puglia e Basilicata, la Gazzetta del Mezzogiorno ha dovuto prendersi una “pausa” forzata. Per un certo periodo, che si auspica breve, non sarà in edicola, in attesa di un’idonea soluzione della vicenda. Non sono bastati, dunque, l’impegno e i sacrifici che i 140 lavoratori della testata hanno affrontato in questi ultimi anni per assicurare ogni giorno l’uscita del giornale e continuare a garantire ai lettori serietà e massima qualità di informazione.

“La tutela del lavoro – aggiunge Giannetto – viene prima di tutto. Parliamo di un colosso dell’informazione importantissimo per il Sud, presidio di democrazia nell’interesse delle comunità territoriali da oltre 134 anni. Non possiamo lasciare i lavoratori in balìa degli eventi. Serve un intervento urgente, sia politico che istituzionale, che possa dare una speranza concreta di continuità al quotidiano e ai suoi dipendenti. A nome mio e di tutta la Uil di Lecce, esprimo solidarietà e vicinanza a tutti i lavoratori del giornale, in particolar modo alla redazione di Lecce guidata da Gianfranco Lattante. Garantiamo massima disponibilità a portare avanti ogni azione utile a sbloccare questa grave situazione”.

L’intervento del segretario generale della Uil Lecce, l’unico finora pervenuto alla nostra giovanissima redazione, rappresenta una delle numerose prese di posizione che, fra ieri e oggi, si sono succedute a favore della gloriosa testata.

Hanno manifestato sostegno alla Gazzetta, fra gli altri, non pochi politici locali, provinciali e regionali, espressione dei diversi schieramenti. Nelle notizie di agenzia del Consiglio regionale della Puglia, ad esempio, vengono riportati interventi del Gruppo consiliare regionale “Con Emiliano”, del Gruppo consiliare regionale M5S, nonché dei consiglieri regionali Paolo Pagliaro (La Puglia Domani), Davide Bellomo (La Lega Puglia) e Antonio Gabellone (Fdl).

Il presidente Michele Emiliano, infine, sulla sua pagina Facebook, ieri sera ha scritto: “Non ci rassegneremo mai alla chiusura della Gazzetta del Mezzogiorno, soprattutto adesso che aveva trovato un nuovo assetto e un nuovo entusiasmo, con la giusta soddisfazione dei suoi creditori. Abbiamo tutti il dovere di far proseguire la pubblicazione del giornale fino a quando – speriamo prestissimo – i giudici e i creditori non avranno trovato secondo la legge il modo di assegnarla ad una nuova proprietà. La lotta continua”. (red.)

 

Per approfondimenti, leggi i seguenti articoli pubblicati l’1 agosto 2021 su lagazzettadelmezzogiorno.it:

Gazzetta: sacrifici e sofferenze, tre anni tra sequestri e fallimenti

Procedure più veloci per tornare in edicola