• mercoledì , 24 Luglio 2024

Nardò - 29 Giu 2024

“Diversità e inclusione”, taglio del nastro della struttura “La Saletta”

Inaugurazione domani, domenica 30 giugno 2024, alle 18.30, a Nardò, dell’immobile sede operativa dell’associazione “Social Aut”. In programma una tavola rotonda sul tema “Progettare un paese inclusivo: rafforzare le reti sociali per costruire un futuro sostenibile”


Spazio Aperto Salento

Con una tavola rotonda sul tema “Progettare un paese inclusivo: rafforzare le reti sociali per costruire un futuro sostenibile”, sarà inaugurata a Nardò la sede operativa di “Social Aut aps” nell’immobile “La Saletta” di via Volta. Il taglio del nastro è fissato domani, domenica 30 giugno, alle ore 18.30. Interverranno Maria Grazia Sodero, vicesindaca e assessora al Welfare, Sara D’Ostuni, assessora al Bilancio e Tributi, Amedea Francesca Nielli, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce, Chiara Zecca e Fernando Zecca, amministratori e titolari di Birra Salento, Marco Nestola, specialista in mercato e servizi per il lavoro di Arpal Puglia – Cpi Nardò, ed Emanuela Ingusci, presidente dell’associazione Social Aut aps. La tavola rotonda approfondirà i temi della diversità, dell’inclusione consapevole e dell’inserimento lavorativo e proporrà una visione coerente con le prospettive della sostenibilità nel suo senso più ampio, attraverso il dialogo con le reti sociali e con la cittadinanza attiva.

“Lo scopo – spiega Emanuela Ingusci – è quello di sensibilizzare la comunità cittadina al concetto di diversità come ricchezza e come risorsa per tutti, attraverso la conoscenza delle associazioni presenti sul territorio e attraverso l’impegno di un patto di corresponsabilità tra le parti sociali per il rafforzamento di reti inclusive in cui tutti possono dare il proprio contributo e ricevere un supporto. Social Aut mette allo stesso tavolo rappresentanti di diverse realtà che, in qualche modo e a diversi livelli, contribuiscono con azioni concrete a ridurre gli stereotipi e i pregiudizi legati al processo di inserimento sociale di categorie fragili, come i ragazzi con disabilità e i giovani a rischio di esclusione ed emarginazione sociale. Il nostro impegno è avviare un dibattito tra le parti, cercando di costruire ponti, creare o rafforzare reti e condividere risorse e competenze. Ciò è possibile grazie allo sviluppo di risorse sociali e alla messa in atto di comportamenti di cittadinanza attiva e organizzativa a partire da un pieno coinvolgimento delle parti sociali interessate”.

L’immobile La Saletta è stato concesso in comodato d’uso dal Comune di Nardò a Social Aut aps, associazione impegnata nel favorire l’iniziativa e l’abilità sociale di giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni, a sviluppo tipico ed atipico. Lo scopo è quello di promuovere connessioni autentiche e relazioni significative tra adolescenti con autismo e i loro coetanei. Social Aut è un gruppo di genitori, figli, professionisti, che crede nell’importanza di creare ponti tra le persone e di costruire un ambiente inclusivo che celebra la condivisione.

“Disabilità e diversità – dice Maria Grazia Sodero – rientrano oggi in una logica di risorsa e richiamano tutti ad un ruolo da ricoprire nella società. Fa bene Social Aut a coinvolgere la comunità e il territorio con l’obiettivo di affrontare un tema di grande rilevanza sociale, condividere competenze di ogni tipo e creare reti. Siamo molto contenti di aver dato La Saletta in uso a un’associazione in prima linea nell’opera di sostegno e valorizzazione delle persone con disturbo dello spettro autistico, dei disabili e dei giovani a rischio di esclusione ed emarginazione sociale”.