• lunedì , 26 Luglio 2021

Dispositivo sanitario - 15 Lug 2021

EcovidUS, l’ecografo portatile “made in Salento” in grado di scoprire le malattie polmonari

Strumento utile per la diagnosi anche della polmonite da Covid, è stato messo a punto dai ricercatori del Cnr di Lecce e realizzato dalla ditta Amolab


Spazio Aperto Salento

Sono made in Lecce, l’invenzione e la progettazione di un ecografo portatile in grado di scoprire in tempo reale e con un indice di alta affidabilità, se un paziente ha contratto la polmonite da Covid 19.

Messo a punto dai ricercatori dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Lecce (Consiglio nazionale delle ricerche) e realizzato dalla ditta Amolab srl specializzata in ricerca, sviluppo, progettazione e produzione di dispositivi innovativi ad ultrasuoni per scopi diagnostici, si chiama EcovidUS, e tra gli altri, è stato già adottato dal Dipartimento emergenza-accettazione del capoluogo salentino, i cui sanitari hanno partecipato alle fasi di sperimentazione e validazione clinica su oltre 500 pazienti sani e malati.

Il dispositivo ha il suo punto di forza in algoritmi innovativi di intelligenza artificiale e criteri di analisi automatizzata della bioingegneria, ed attraverso il  modulo software “Lung 19”, associa un indice numerico allo stato di gravità della polmonite, distinguendo se essa sia dovuta o meno al Covid 19, la cui evoluzione, se in atto, è anche in grado di monitorare.

Per scoprire l’esistenza di tutte le eventuali malattie dei polmoni, fra cui appunto il Covid, EcovidUS è dotato di una sonda ad ultrasuoni  a bassa frequenza, da posizionare, semplicemente, sul torace del paziente.

In quanto portatile, l’importante scoperta tutta leccese, alimentata a batteria e comunque priva di radiazioni, costituisce un pratico strumento diagnostico per i medici, in grado di essere  utilizzata in casa, accanto ai letti d’ospedale, nei punti di triage ed ovviamente anche in ambulanza, e dunque con possibilità di screening della popolazione a basso costo.

“Proprio ai medici – dice l’ingegnere Salvatore Calcagnile, amministratore unico di Amolab – EcovidUS consente la gestione personalizzata dei pazienti”.

La ditta Amolab situata come il Cnr nel Campus universitario di Ecotekne Dhitech alle porte del Comune di Monteroni, non è nuova alla progettazione di strumenti sanitari innovativi. Fra di essi spicca SensUS Touch, un dispositivo tablet ecografico per il parto sicuro, destinato ad  ostetriche e ginecologi. In maniera non invasiva, pratica e veloce, SensUS Touch, come EcovidUS portatile, consente di valutare in maniera oggettiva ed affidabile la progressione del feto nel canale del parto.

Proprio per le caratteristiche di affidabilità e precisione scientifica, consolidando la propria vocazione internazionale, nei giorni scorsi Amolab, il cui motto è: “Scienza al servizio della società”, ha siglato un contratto per la distribuzione di SensUS Touch in Russia ed in tutti i territori dell’ex Unione Sovietica.

Toti Bellone
© Riproduzione riservata

 

Foto in alto: l’ingresso del Cnr

L’ecografo EcovidUS

L’ecografo SensUS Touch

La sede di Amolab