• sabato , 25 Settembre 2021

Consiglio regionale - 25 Mag 2021

Facoltà di Medicina nel Salento: approvato un emendamento per garantire la realizzazione del progetto

Il Consiglio regionale all’unanimità ha approvato il provvedimento che consentirà l’avvio della nuova Facoltà. L’assessore regionale Leo: “Oggi è una giornata importante”


Spazio Aperto Salento

“Oggi è una giornata importante che segna un nuovo fondamentale tassello nel percorso di Puglia Regione Universitaria”. È il commento di Sebastiano Leo, assessore regionale all’Istruzione e Università, dopo l’approvazione all’unanimità, da parte del Consiglio regionale, di un emendamento che garantirà la prosecuzione del percorso verso la prossima istituzione della Facoltà di Medicina a Lecce. Il provvedimento è stato adottato a salvaguardia della variazione di bilancio, già decisa nei mesi scorsi, dell’importo di circa 80 milioni di euro in 20 anni.

Leo fra l’altro dichiara: “Il Consiglio regionale, a cui va il mio grazie, ha approvato all’unanimità l’emendamento con cui si sostiene l’innovativo Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia, MedTEc, presso l’Università del Salento. Con questo indispensabile passaggio la Regione Puglia ribadisce il suo impegno, già dichiarato negli scorsi mesi, a rendere la Puglia un polo attrattivo per gli studenti di tutta l’Italia, anche grazie a un diritto allo studio d’eccellenza”.

“Una scelta importante – continua l’assessore regionale – che segna una svolta per l’alta formazione nella nostra regione. L’obiettivo comune di rendere la Puglia una regione d’eccellenza nell’istruzione è stato raggiunto ed è parte di una visione più ampia che è Puglia Regione Universitaria. Un progetto strategico che coinvolge i territori e li fa dialogare per la prima volta con le istituzioni, con la Regione e l’Università”.

“Al Rettore Pollice e all’Università del Salento – conclude Leo – vanno i miei auguri affinché oggi sia solo l’inizio di un lungo percorso che interessi non solo il Salento, la Puglia, ma tutta l’Italia”. (r.f.)

© Riproduzione riservata