• lunedì , 27 Settembre 2021

Calcio - 11 Set 2021

Giallorossi, segnali di ripresa a Benevento

Il commento di Massimo Barbano dopo la trasferta contro i sanniti e i fatti della settimana che hanno interessato il Lecce

 


Spazio Aperto Salento

Zero a zero sul campo di una delle più accreditate squadre della serie B, il Benevento, e se il Lecce guidato da mister Marco Baroni non sfanga totalmente la crisi con cui era iniziato il suo campionato, almeno fa vedere significativi segnali di ripresa: superiorità nelle conclusioni in porta e molte occasioni da gol mancate per un soffio.

Certo, si poteva anche perdere. La partita è stata in bilico fino alla fine in una costante situazione di equilibrio che poteva essere rotto solo da un episodio. Alla fine risultato equo e incoraggiante.

I risultati, come si sa, hanno un valore terapeutico e questo potrebbe anche servire a smussare qualche divergenza ambientale emersa in settimana. Mi riferisco allo striscione che gli ultrà hanno fatto trovare nel quale rivendicano la propria passione contrapposta al profitto che invece inseguirebbe il club. E da ciò, la mancata possibilità di poter andare nella stessa direzione. Un piccolo strappo fra dirigenza e tifosi, il primo, in verità, di quella che sembrava un’apertura di credito senza condizioni fra gli utenti finali, per l’appunto i tifosi, e la società.

Apertura di credito che aveva resistito anche ad una retrocessione dalla A alla B nel 2019 ed anche alla mancata promozione dell’anno scorso quando sembrava quasi fatta. Anche in quell’occasione, presidenza e dirigenza erano rimasti immuni dalle critiche che caso mai, avevano colpito solo qualcuno dei giocatori ritenuto poco fedele alla causa. Stavolta, invece, nel calderone di “chi non è con noi è contro di noi” ci finiscono tutti.

Quale lettura dare? In realtà, il manifesto degli ultrà dice una cosa vera e cioè quella che una società di profitto persegue come obiettivo il profitto e non potrebbe essere diversamente. L’errore caso mai, sta nello scindere e mettere su sponde contrapposte profitto e passione che invece dovrebbero viaggiare sulla stessa linea. Perché una società di calcio e la stessa sopravvivenza del calcio oggi non può prescindere da una sostenibilità economica. E allora, la speranza non può essere  che questo, sia pur parziale risultato positivo a Benevento porti consiglio.

Massimo Barbano
© Riproduzione riservata

 

In alto: Marco Barone, allenatore dei giallorossi (Foto Pierluigi Pinto)