• mercoledì , 5 Ottobre 2022

Regione - 03 Mar 2022

Giovani eccellenze pugliesi, aperte le candidature a #studioinpugliaperché: in palio premi fino a 2000 euro

Possibile iscriversi fino al 22 aprile. L’iniziativa ha l’obiettivo di premiare “le menti giovani e brillanti che hanno deciso di proseguire gli studi in Puglia”


Spazio Aperto Salento

Fino alle ore 12 del 22 aprile prossimo, possibile candidarsi al Premio Giovani Eccellenze Pugliesi #studioinpugliaperché. L’iniziativa, promossa dall’Assessorato all’Istruzione della Regione Puglia e da Arti premia le menti giovani e brillanti che hanno deciso di proseguire gli studi in Puglia.

Al concorso possono partecipare i diplomati o laureati triennali che abbiano conseguito il titolo con il massimo dei voti e che risultino iscritti nell’a.a. 2021/2022 ad un corso di laurea triennale, laurea magistrale, laurea a ciclo unico di un’Università, un diploma di tecnico superiore di un ITS o un diploma accademico di I o II livello di un Istituto di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (Accademia di Belle Arti, Conservatorio) con sede in Puglia, indipendentemente dall’anno di corso.

Giunto alla quarta edizione, il Premio quest’anno diventa l’occasione per contribuire alla Politica di Coesione 2021-2027, nella sua declinazione a livello regionale.

Gli studenti, infatti, attraverso video, foto, tweet o produzioni letterarie, dovranno dare evidenza delle motivazioni che li hanno spinti a intraprendere un percorso di formazione in istituzioni pugliesi sulla base di quattro temi:

una Puglia più verdee priva di emissioni di carbonio grazie all’attuazione dell’accordo di Parigi e agli investimenti nella transizione energetica, nelle energie rinnovabili e nella lotta contro i cambiamenti climatici;

una Puglia più intelligentemediante l’innovazione, la digitalizzazione, la trasformazione economica e il sostegno alle piccole e medie imprese;

una Puglia più connessa, dotata di reti di trasporto strategiche;

una Puglia più sociale, che sostenga l’occupazione di qualità, l’istruzione, le competenze professionali, l’inclusione sociale e un equo accesso alla sanità.

Le proposte idonee saranno votate online ed esaminate da una giuria di esperti. In palio premi in denaro del valore massimo di 2.000 euro. Ulteriori informazioni, regolamento e form di candidatura sono disponibili sul sito dell’iniziativa.

 

 

 

 

 

Comunicato