• mercoledì , 25 Maggio 2022

Calcio - 09 Apr 2022

Il Lecce batte la Spal 1-0, il sogno per la A continua

Squadre in campo oggi, sabato 9 aprile, alle 14. Commento al match di Adolfo Starace


Spazio Aperto Salento

Per la 34a giornata di serie B, allo stadio “Via Del Mare”, il Lecce ospita la Spal, alla presenza di 11.578 spettatori pronti a sostenere i giallorossi in questo entusiasmante finale di campionato. Gara delicata per entrambe le squadre, il Lecce potrebbe, con una vittoria, momentaneamente, portarsi in vetta alla classifica, la Spal, invece, vuole chiudere al più presto il discorso salvezza ancora aperto per gli uomini di Venturato.

Nella formazione giallorossa si rivede in porta Gabriel, in difesa rientrano Tuia e Calabresi, per il resto confermati gli stessi che hanno giocato contro la Ternana. Prima dell’inizio l’ex del Lecce Marco Mancosu, attuale centrocampista della Spal, cinque incredibili anni di successi con la maglia giallorossa, si prende gli applausi della curva, quella stessa curva che gli è stata vicino quando ha dovuto combattere contro il tumore.

Nel primo tempo la gara è ben gestita dagli ospiti che lasciano solo un paio di occasioni ai giallorossi, la prima al 15′, con un tiro al volo di Coda e, soprattutto, al 35′ con Di Mariano che spreca facendosi deviare il tiro a botta sicura da Alfonso.

Nel secondo tempo, il Lecce sembra più in palla e aumenta la pressione sulla trequarti avversaria, costringendo la Spal a giocare di rimessa con lanci lunghi sulle fasce. Dopo pochi minuti Coda riesce a trovare lo spazio per calciare due volte di sinistro, ma in entrambe le occasioni è ancora decisivo il portiere Alfonso.

Dopo un’ora di gioco, Baroni cambia Blin con Helgason e, per infortunio, Tuia con Dermaku e al 66′ proprio Helgason porta in vantaggio i giallorossi. È Coda, servito da Di Mariano, che vede il perfetto inserimento dell’islandese che, solo davanti ad Alfonso, non sbaglia e sigla il gol della vittoria.

Al 71′ ed al 73′ gli uomini di Baroni hanno due occasioni per raddoppiare  e chiudere la gara ma sia Hjulmand che Di Mariano sprecano. Negli ultimi minuti gli ospiti costruiscono un paio di buone occasioni per agguantare il pareggio, ma nella prima Gabriel blocca un colpo di testa di Peda e nella seconda un cross di Celia non viene sfruttato dagli avanti spallini. Dopo 5′ di recupero l’arbitro Marchetti fischia la fine della gara, il sogno per i giallorossi continua.

Adolfo Starace
© Riproduzione riservata

 

LECCE: Gabriel, Calabresi (86’ Gendrey), Lucioni, Tuia (62’ Dermaku), Blin (62’ Helgason), Gallo, Hjulmand, Gargiulo (46’ Bjorkengren), Strefezza (86’ Ragusa), Di Mariano, Coda. Allenatore: Baroni

SPAL: Alfonso, Vicari, Almici (78’ Pabai), Peda, Zanellato, Celia, Esposito, Pinato (68’ Mora), Vido (68’ Latte Lath), Mancosu, Colombo (78’ Finotto). Allenatore: Venturaro

Marcatore: 66’ Helgason.

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido

 

Foto in alto: mischia in area Spal

 

Il ritorno di Mancosu a Lecce

Botta al volo di Coda

Calabresi

Blin

Il gol di Helgason

Esultanza al gol di Helgason

Un’uscita plastica di Gabriel