• domenica , 17 Ottobre 2021

Ecumenismo - 27 Set 2021

Il metropolita ortodosso d’Italia Polykarpos Stavropoulus in visita a Lecce

Oggi 27 settembre, alle 18.30, nella chiesa di Sant’Irene, incontro con l’arcivescovo Michele Seccia


Spazio Aperto Salento

Un’importante presenza del mondo religioso dell’area mediterranea, è prevista per oggi, 27 settembre, a Lecce. Si tratta del metropolita ortodosso d’Italia, Polykarpos Stavropoulus, che nella chiesa di Sant’Irene, costruita a partire dal 1591 ed ultimata nel 1639, incontrerà l’arcivescovo metropolita di Lecce, Michele Seccia.

Per l’occasione, il metropolita ortodosso, insediatosi di recente in seguito alla scomparsa del suo predecessore, Zervos Gennadios, officerà un solenne “mnymòsino” per il riposo delle anime dei caduti durante la guerra per la liberazione della Grecia dagli ottomani.

La visita leccese di Polykarpos Stavropoulus, che culminerà con l’ingresso in Sant’Irene alle 18.30,  rientra nel programma della VIII edizione della Rassegna di cultura europea “Voci mediterranee”, che in questo 2021 è dedicata interamente al Bicentenario della Rivoluzione Panellenica del 1821 contro l’Impero Ottomano per la liberazione della Grecia.

L’evento dall’alto significato storico e culturale, oltre che religioso, si deve alla Comunità Ellenica del Grande Salento (Lecce, Brindisi e Taranto), ed è stato organizzato con la collaborazione della Parrocchia Ortodossa cittadina e l’Arcidiocesi di Lecce, che ha scelto come luogo di culto la Chiesa intitolata alla protettrice del capoluogo salentino sino al 1656, anno in cui papa Alessandro VII proclamò patrono il Vescovo Santo, Oronzo.

Così come si legge nella locandina che annuncia la venuta del metropolita ortodosso, alla cerimonia del “mnymòsino”, potranno partecipare “tutte le persone di buona volontà”.

“Con estrema emozione e gratitudine – ha dichiarato il presidente della Comunità Ellenica del Grande Salento, Ioannis Davilis – diamo il benvenuto a sua eminenza reverendissima Polykarpos Stavropoulus, metropolita d’Italia, che accettando il nostro invito ha voluto sottolineare i comuni legami che uniscono i nostri popoli. La sua presenza – ha concluso – è destinata a scrivere un’importante pagina di storia di fratellanza e di ecumenismo”.

Toti Bellone
© Riproduzione riservata

 

Foto in alto: il metropolita ortodosso d’Italia, Polykarpos Stavropoulus. In basso: Lecce, chiesa di Sant’Irene