• mercoledì , 29 Maggio 2024

Frascati (Roma) - 08 Dic 2022

Inizia il processo diocesano per la canonizzazione di Madre Carla Borgheri

La prima sessione si terrà domenica 11 dicembre, alle ore 16, nella cattedrale di San Pietro, a Frascati (Roma). Vicepostulatrice sarà la salicese suor Loreda Spagnolo


Spazio Aperto Salento

Inizia a Frascati il processo diocesano per la canonizzazione di Madre Carla Borgheri. Scomparsa il 20 settembre 2006, nel Salento viene ricordata per la preziosa opera a beneficio del territorio svolta dalle Comunità delle Suore Missionarie dell’Incarnazione (la Congregazione fondata da madre Carla), presenti a Salice Salentino, Brindisi e Oria. Quella di Salice Salentino, in particolare, fu avviata da Madre Carla nel 1985 con il compito, fra l’altro, di curare le attività didattiche, educative e formative dei bambini frequentanti la preesistente scuola dell’infanzia paritaria “Sacro Cuore”.

La grande figura religiosa ed umana di Madre Carla, dunque, sarà all’attenzione di un apposito Tribunale diocesano che esaminerà, secondo canoni e precise procedure ecclesiastiche, la vita, le virtù eroiche, la fama e i segni di santità della Serva di Dio.

La Sessione di apertura ufficiale del Processo diocesano, che sarà presieduta da monsignor Raffaello Martinelli, vescovo della Diocesi Suburbicaria Tuscolana di Frascati, si terrà domenica 11 dicembre, alle ore 16,  nella cattedrale di San Pietro, a Frascati (Roma). Durante la Sessione presteranno giuramento i componenti del Tribunale Ecclesiastico diocesano, il postulatore dottor Waldery Hilgeman e la vicepostulatrice suor Loreda Spagnolo delle Suore Missionarie dell’Incarnazione. Quest’ultima ha origini salicesi. L‘evento sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook Suore Missionarie dell’Incarnazione.

«La Serva di Dio Madre Carla Borgheri, al secolo Nada Annunziata Borgheri, Fondatrice delle Suore Missionarie dell’Incarnazione e dei Padri Missionari dell’Incarnazione – ricorda in una nota suor Carmela Cataldo SMI, superiora generale della Congregazione nasce a Novi Ligure, Diocesi di Tortona, il 17 febbraio 1922. Trascorre la sua vita prima a Firenze e poi a Roma. Dopo vicende dolorose e la malattia, è conquistata dall’amore di Dio; ella si lascia condurre dalla grazia divina per realizzare il piano di Dio. La sua vita è caratterizzata dall’amore per gli ultimi della società e dallo zelo missionario per portare il lieto messaggio evangelico di Dio fatto uomo. Vive la contemplazione del mistero dell’Incarnazione nelle opere di carità per cooperare alla redenzione dell’umanità e la diffusione del Regno di Dio. Nella sua semplicità e umiltà, è strumento nelle mani di Dio per fondare, nel 1972 la Congregazione delle Suore Missionarie dell’Incarnazione che riceve il riconoscimento di Diritto Pontificio nel 1988, e nel 1994 il ramo maschile dei Padri Missionari dell’Incarnazione. Resta alla guida della Congregazione fino al 2° Capitolo generale del 2001, durante il quale preferisce affidare la guida ad altre sorelle, per dedicarsi completamente alla guida spirituale delle sue figlie e figli. Nel testamento spirituale esorta le sue figlie a vivere unite intimamente a Cristo da sentire la presenza di Dio Padre, del dolce Verbo Divino e del Santo Spirito, e invita a diventare il più possibile dei “Gesù viventi” in questo travagliato secolo.  Unico anelito della sua vita è cercare instancabilmente la volontà di Dio e rendere gloria a Lui. La sua ultima lettera indirizzata alle sue figlie si conclude dicendo che la santità è il perché della nostra vita. Muore il 20 settembre 2006, a Frascati».

Lo scorso 2 ottobre, l’Amministrazione comunale di Salice Salentino, in segno di riconoscenza e gratitudine per l’opera svolta nella comunità locale dalla Fondatrice delle Suore Missionarie dell’Incarnazione, alla presenza dell’arcivescovo di Brindisi monsignor Domenico Caliandro, ha voluto intitolare un’area, nei pressi del Calvario di via XX Settembre, a Madre Carla Borgheri. L’iniziativa è stata promossa in occasione del centenario della sua nascita (1922-2022).

Rosario Faggiano
© Riproduzione riservata

 

Foto in alto: Madre Carla Borgheri. Sotto: alcune immagini della cerimonia di inaugurazione di “Largo Madre Carla Borgheri” a Salice Salentino il 2 ottobre 2022 (nella prima foto monsignor Domenico Caliandro)

 

 

 

Leggi anche: 

Largo Calvario intitolato a Madre Carla Borgheri

Centenario della nascita di Madre Carla Borgheri, “Donna del sì”

Madre Carla Borgheri, oggi il quindicesimo anniversario della scomparsa