• mercoledì , 26 Gennaio 2022

Romantic scam - 17 Ott 2021

“La promessa del marinaio”, la storia di una truffa romantica online nel libro di Gabriella Perrone

L’autrice salicese si firma con lo pseudonimo Gabry Inred. Il racconto ispirato a vicende realmente accadute


Spazio Aperto Salento

Una romantic scam nelle pagine firmate da Gabry Inred, pseudonimo della salicese Gabriella Perrone. Il libro si intitola “La promessa del marinaio” (AltroMondo Editore, 2021, pagg. 68.) ed è appunto la sconvolgente “cronaca” di una cosiddetta “truffa romantica”, consumata tutta sul web. Vittima Sarah, la protagonista della storia che, in prima persona, racconta la sua amara esperienza, senza omettere particolari e implicazioni “inconfessabili” della trappola in cui, forse troppo ingenuamente, rimane prigioniera per un certo periodo della sua vita.

Si tratta di un’opera che, seppur presentata come frutto di “fantasia”, purtroppo si basa su vicende tremendamente attuali. Attuali e, bisogna aggiungere, non rare di questi tempi, visto che di web molte/molti si alimentano ogni giorno, costituendone talvolta contesto irrinunciabile della propria esistenza, anche dinanzi ad evidenti contorni ed ambiti di realtà fittizie.

Il libro, aldilà delle notevoli qualità narrative/letterarie dell’autrice, assume valore e spessore proprio dal punto di vista dell’attualità sociale evidenziata e del messaggio/monito/allarme che lancia a coloro che, forse con “colpevole” inconsapevolezza, si espongono alle insidie della rete.

Perrone, insegnante di scuola primaria, porta alla luce senza veli la disavventura della protagonista del libro. E lo fa, probabilmente, avendo lei stessa direttamente conosciuto o vissuto situazioni simili a quelle raccontate nella pubblicazione.

Sarah cade nella “ragnatela” ben costruita e congegnata da un “marinaio” inglese di cui si innamora senza averlo mai incontrato. E da lì si sviluppa, come accennato, quella che potrebbe essere definita una tipica “truffa romantica online” (romantic scam), abilmente costruita da un professionista dell’inganno sentimentale con l’obiettivo di approfittare della malcapitata carpendole ripetutamente denaro.

Sarah è affascinata da questo “misterioso” e “dolce” uomo che naviga per mesi sugli oceani e che, ad un certo punto, subisce un “sopruso” internazionale che lo riduce sul lastrico.

Da questo ipotetico episodio, con maestria rappresentato come reale dal “gentile” marinaio, scaturisce lo spirito di “naturale” solidarietà umana, alimentato dall’amore ormai sbocciato fra i due (ma anche, forse, dal peculiare istinto “materno” che caratterizza molte donne sensibili). Tutto ciò porterà Sarah a comportarsi come nessuno dovrebbe fare dinanzi a situazioni poco lineari: contrarre prestiti bancari per aiutare l’amico conosciuto sul web.

L’autrice salicese, in questa sua prima opera narrativa, utilizza una scrittura fluida, lineare e controllata, particolarmente efficace nonostante il racconto si sviluppi come una cronaca minuziosa e lucida di una vicenda complessa in cui le dinamiche “sottili”, verosimilmente più volte collaudate dal truffatore, per la protagonista diventano chiare solo a truffa conclusa. E forse non poteva essere diversamente visto che il forte coinvolgimento sentimentale rende la donna “cieca” perfino dinanzi all’evidenza.

Il truffatore “seriale” conosce bene le tecniche di adescamento e la platea delle sue potenziali vittime: quasi sempre donne sole, alla ricerca di un sincero rapporto affettivo. Sarah lentamente e gradualmente, senza rendersi conto del percorso intrapreso, si ritrova coinvolta in una situazione che non le darà nessuna possibilità di sottrarsi ad un epilogo che il lettore avverte fin dall’inizio scontato.

Per “parafrasare” il titolo di un celebre romanzo di Gabriel García Márquez, “Cronaca di una morte annunciata”, Perrone nel suo libro offre una “cronaca di una truffa annunciata” che soltanto la vittima non comprende essere tale.

“Il libro – spiega Gabriella Perrone – si rivolge ad un pubblico di lettori  principalmente di sesso femminile senza distinzione alcuna di età e di estrazione sociale. È indubbio che il fenomeno della romantic scam sia abbastanza trasversale nel mietere le sue vittime. Ma riflettendo bene penso vi sia una costante che accomunerebbe queste donne: un’ eccessiva dose di ingenuo romanticismo unita ad una forte empatia; quasi come fossero Cenerentole dei nostri tempi, credono ancora nel sogno che colora e trasforma la quotidianità”.

Nella quarta di copertina del libro si legge: “Avete infinite possibilità di leggere questa storia. Per la protagonista, anche dopo che è trascorso del tempo, rimane comunque una storia d’amore, un’insana infatuazione, che la accompagnerà per il resto della sua vita. Non avrebbe fatto tutto ciò se non fosse stata catturata da quest’uomo. È come se la mente e il cuore viaggiassero ostinatamente in scomparti separati. Tuttavia è indispensabile catalogarla sotto la voce romantic scam e attribuirle tutte quelle caratteristiche ben note: ingenuità e stupidità della vittima e perfetta organizzazione dei truffatori. In definitiva, per chi legge, è solo tutto ciò. Facile giudicare, ancora di più commiserare, difficile comprendere”.

Il libro può essere prenotato presso tutte le librerie (prezzo di copertina 10 euro). È in vendita anche online su Amazon.

Rosario Faggiano
© Riproduzione riservata

 

Foto in alto e in basso: immagini della copertina del libro