• sabato , 19 Giugno 2021

Ambiente - 05 Mag 2021

Mega eolico, oggi audizione in Commissione consiliare della Regione

Iniziativa promossa dal consigliere regionale Paolo Pagliaro contro i due progetti previsti nelle campagne di Salice e Veglie


Spazio Aperto Salento

Oggi, alle 12, in V Commissione consiliare permanente della Regione Puglia “Ecologia, tutela del territorio e delle risorse naturali”, si terrà l’audizione sul tema “Stop al nuovo parco eolico in agro salentino”.

Richiesta lo scorso marzo dal consigliere regionale Paolo Pagliaro (in foto), l’audizione si svolgerà “in modalità di collegamento da remoto in videoconferenza” con la partecipazione dei presidenti della Province di Lecce, Brindisi e Taranto, nonché dei sindaci di Veglie, Salice, Guagnano, Avetrana, Erchie e San Pancrazio. Dovrebbero intervenire anche l’assessore all’Ambiente della Regione e i dirigenti regionali della Sezione “Tutela e Valorizzazione del paesaggio” e del Servizio Via.

Pagliaro, presidente del gruppo “La Puglia domani” e del Movimento Regione Salento, è impegnato nella battaglia contro i due mega impianti eolici previsti nel Nord Salento. Il suo obiettivo è cercare di “bloccare l’assalto delle multinazionali e delle grandi imprese del Nord che, con la scusa delle energie rinnovabili, colonizzano, deturpano e sfruttano i nostri terreni agricoli”.

Le centrali eoliche in questione sono previste nelle campagne di Salice e Veglie. Prevedono in tutto 21 torri, alte complessivamente circa 220 metri (potenza totale 126 mw), con opere di connessione nei territori di Guagnano, Avetrana, San Pancrazio ed Erchie.

L’argomento, in queste settimane, è di forte attualità nei territori interessati. Hanno detto nettamente “no” ai progetti, presentando Osservazioni contrarie al Ministero competente nell’ambito della procedura di Via attualmente in corso, la Provincia di Lecce, i Comuni di Veglie e Guagnano, il Gal Terra d’Arneo, Sezione Sud Salento di Italia Nostra, Comitato Ambiente Sano di Veglie, Forum Amici del Territorio di Cutrofiano, Nardò Bene Comune, il Circolo Legambiente Futuro Verde di Salice e il Comitato Tutela dell’Ambiente Salentino di Veglie. Contrarietà è stata manifestata anche da Damiano Reale, presidente del Consorzio di tutela della Doc “Salice Salentino”.

© Riproduzione riservata