• domenica , 17 Ottobre 2021

Raccolte 300 firme - 18 Set 2021

Nasce a Salice il Comitato contro l’antenna di telefonia mobile di via Marangi


Spazio Aperto Salento

Telefonia mobile, costituito un Comitato contro l’antenna installata nei mesi scorsi a Salice in via Filippa Marangi, vicino alla rotatoria per Carmiano. Si tratta  di cittadini che avrebbero voluto l’impianto in un’area meno a ridosso del centro abitato. Il Comitato, che è stato promosso da Cosimo Gravili, Giovanni Gravili, Salvatore Scardia, Luca Caraccio, Daniel Dell’Anna e Alessandro Montefusco, è nato a seguito di una raccolta firme “porta a porta” contro l’antenna, avvenuta a partire da agosto. Secondo quanto riportato in una nota del “Comitato cittadino antenna Filippa Marangi”, alla raccolta firme avrebbero aderito oltre 300 residenti.

“Non abbiamo intenzione di fermarci qui – affermano i promotori – la campagna adesioni continuerà e per chi vorrà aderire o comprendere meglio l’argomento, saremo disponibili ogni sabato e domenica mattina, dalle 10 alle 12,30, presso la sede dell’associazione Vox Populi. Il Comitato, attraverso il suo rappresentante Cosimo Gravili, ha già proceduto il 20 agosto scorso ad inoltrare una richiesta di accesso agli atti, indirizzata al sindaco e all’Ufficio tecnico, ed è in attesa di una risposta che dovrà avvenire entro 30 giorni”.

“Vogliamo sapere – spiega Cosimo Gravili – se gli uffici hanno esaminato la pratica dell’installazione in maniera adeguata. Le perplessità sono tante se facciamo riferimento al Regolamento regionale 14/2006, che disciplina l’installazione di queste antenne. Il Comune, vista la vicinanza dell’antenna alla scuola primaria di via Roselli e al Poliambulatorio medico San Francesco, avrebbe potuto instaurare un dialogo con il gestore di telefonia mobile e concordare insieme l’individuazione di un sito distante dal centro abitato e idoneo a minimizzare al massimo l’esposizione dei cittadini alle onde elettromagnetiche”.

“In molti Comuni – aggiunge Gravili – le antenne sono installate su suoli pubblici, così da poter garantire degli introiti nelle casse comunali. Invece, in questo caso, si è ritenuto dare l’autorizzazione su un suolo privato, peraltro riconducibile ad un parente di un amministratore, adiacente ad abitazioni di famiglie salicesi. Ci domandiamo se la salute pubblica abbia avuto la giusta e necessaria considerazione nelle valutazioni che hanno preceduto il rilascio dell’autorizzazione. La data di scadenza entro il quale il Comune dovrà rispondere ai rappresentanti del Comitato – conclude – è fissata al 20 settembre prossimo”. (red.)

© Riproduzione riservata

 

Foto in alto: Salice, l’antenna di telefonia mobile in via Filippa Marangi, nei pressi della rotatoria per Carmiano

 

Un momento della raccolta firme