• mercoledì , 5 Ottobre 2022

San Cesario di Lecce - 21 Ott 2021

Oedipus Rex, sul palco dell’ex Distilleria De Giorgi gli attori del “Teatro delle Forche”

Appuntamento domani 22 ottobre, alle 20.30, con Edipo Re di Sofocle. Iniziativa promossa dalla Compagnia teatrale leccese “Astragali” diretta da Fabio Tolledi


Spazio Aperto Salento

La Compagnia teatrale leccese “Astragali” diretta da Fabio Tolledi, per i 40 anni di teatro in Italia ed all’Estero, torna nei locali dell’ex Distilleria De Giorgi di San Cesario. Lo farà venerdì 22 ottobre alle ore 20.30, con Oedipus Rex-Edipo Re, l’opera-oratorio musicata da Igor Stravinskij (San Pietroburgo 1882,  JW Marriott Essex House 1971), ispirata all’Edipo Re del drammaturgo della Grecia Antica, Sofocle (Colono 496 a.C., Atene 405 a.C.), nella versione del regista Carlo Formigoni e nell’interpretazione degli attori del Teatro “Le Forche”, Giancarlo Luce, Vito Latorre, Salvatore Laghezza, Antonio D’Andria ed Onofrio Fortunato.

Il lavoro narra il dramma della colpa. Ma si è colpevoli se la colpa è involontaria? Siamo noi responsabili delle colpe dei padri? Come dobbiamo intendere il destino? Possiamo sfuggire ad un destino avverso? Oedipus chi rappresenta? Che sia come dice il poeta visionario T.S. Eliot (Thomas Stearns Eliot, Saint Louis 1888, Londra 1965): “Non può avere futuro chi ha ucciso il passato”. Oedipus vuole sapere la verità, vuole conoscere se stesso. Questo lo richiedono i classici greci come la moderna psicanalisi invitandoci così a scoprire l’Oedipus nascosto in noi. Può forse la consapevolezza di se stessi aiutarci ad evitare future sciagure? Tante domande alle quali Sofocle suggerisce altrettante risposte.

L’opera rientra nella seconda edizione di “Nella città venni al tempo del disordine”. Attraverso residenze, incontri e spettacoli, il progetto di “Astragali” finanziato da Artisti nei territori del Ministero della cultura e dalla Regione Puglia, persegue l’obiettivo di sperimentare un’azione di condivisione di ricerche che nascono dalla riflessione del ruolo del teatro sociale e di comunità.

L’ingresso allo spettacolo è gratuito ma con prenotazione obbligatoria, via whats app, al numero di cellulare 389-2105991.