• mercoledì , 24 Luglio 2024

Leverano - 21 Giu 2024

“Talassa”, primo disco di inediti del musicista salentino Dario Muci

Live di presentazione sabato 22 giugno 2024, alle ore 21.30, nel Chiostro del Convento “Santa Maria delle Grazie” di Leverano


Spazio Aperto Salento

Dopo venticinque anni di attività e ricerca, il cantante e polistrumentista Dario Muci, nativo di Santa Maria al Bagno, scrive e musica il suo primo lavoro discografico. “Talassa” (etichetta Zero Nove Nove), di cui il 30 maggio 2024 è uscito il videoclip del singolo “A li furisi” (Ai forestieri), ispirato ad una lirica del poeta dialettale di Parabita, Rocco Cataldi (1927-2004), verrà  presentato al pubblico sabato 22 giugno, alle ore 21.30, nel Chiostro del Convento “Santa Maria delle Grazie” di Leverano.

Alla presentazione, che segue la distribuzione del disco da parte di Self (distribuzione fisica) e Believe (distribuzione digitale), prenderanno parte il fiatista di Cisternino, Giorgio Distante; il mandolista e mandolinista di Torchiarolo, Gianluca Longo; il pianista di San Cesario, Marco Rollo; Alessandro Lorusso di Lecce, dub master ed elettronica; Roberto Chiga, tecnico del suono di Zollino. Nelle vesti di ospiti, parteciperanno inoltre Enza Pagliara, originaria di Torchiarolo, storica voce del festival “La Notte della Taranta”, Treble, già fondatore, cantante e paroliere dei Sud Sound System, ed il cantante di Francavilla Fontana, Rocky G. Vox, all’anagrafe Rocco Nardelli.

Tutti gli artisti sin qui menzionati, sono presenti nella registrazione di “Talassa”, assieme al palestinese nato in Libano, Nabil Salameh, voce dei Radiodervish, e soprattutto al pianoforte soul-jazz di Raphael Gualazzi, noto al grande pubblico per aver partecipato a più edizioni del “Festival di Sanremo”, che ha pure vinto, nella Categoria-Giovani, nel 2011, e per aver diretto, nel 2017, la serata finale de “La Notte della Taranta”.

Il lavoro discografico di Muci, di cui è nel frattempo uscito anche il secondo singolo, “Mohammed”, ispirato alla storia vera del bracciante Abdullah Mohammed, morto nel 2005 nelle campagne di Nardò mentre raccoglieva pomodori sotto il sole cocente, si compone di otto tracce, in cui il denominatore comune, anche quando si narra di caporalato ed immigrazione, è l’amore, cantato in dialetto salentino, griko, arabo ed italiano, sulle note delle universali sonorità world.

Dario Muci si avvicina giovanissimo alla musica, grazie al nonno materno Carmelo Marsano ed agli insegnamenti del maestro barbiere e musicoterapeuta Luigi Stifani. Nel 1997 fonda il gruppo Dakkarè, e dal 2002 al 2004, collabora con Officina Zoè. Successivamente, scrive le musiche dei film “Il miracolo”, del regista salentino Edoardo Winspeare, presentato al  60esimo Festival del Cinema di Venezia, “Jetoi” e “Le bende del jaquaro”. Nel 2004 entra a far parte del progetto per la riscoperta delle tradizioni popolari orali portato avanti da SalentOrckestra, e nei due anni successivi, fa parte dei gruppi Mays e Tirica Ukala.

Toti Bellone
© Riproduzione riservata

 

In foto: copertina di “Talassa” (particolare)