• mercoledì , 21 Febbraio 2024

Evento - 30 Mag 2023

Torna “Leverano in Fiore”

Dal 2 al 4 giugno. Fioristi in arrivo da tutto il mondo, luminarie nella torre federiciana, musica ed eventi


Spazio Aperto Salento

Artisti fioristi per disegnare scenari incantevoli. Torna “Leverano in Fiore”, manifestazione storica organizzata dall’omonima associazione presieduta da Antonio Paglialunga, con la super visione di Sandro Leone, anima storica dell’evento, e dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con Gal Terra d’Arneo, Camera di Commercio di Lecce e  Coldiretti. Quest’ultima organizzazione agricola rappresenta anche i 300 florovivaisti locali. L’evento compie 40 anni e per l’occasione, filo conduttore dell’edizione che debutterà il 2 giugno prossimo e terminerà il 4 giugno, sarà “Ama”. L’amore, in tutte le sue forme, raccontato attraverso i fiori della terra leveranese.

L’iniziativa quest’anno interessa, oltre che produttori nazionali, anche team di artisti in arrivo da Polonia, Estonia, Ukraina, Russia, Repubblica Ceca, Slovenia, Olanda, Lettonia, Belgio, Ungheria, Finlandia. Tutti si sfideranno in “Arteflorando” una gara a suon di fiori, organizzata dalla Ivan Bergh Floral School con Ivan Berghella, Annamaria Spedicato e Francesco Durante. Le aziende locali  saranno invece come di consueto protagoniste del Premio Leverano in Fiore.

Strade, piazze, vicoli del centro saranno vestiti di sculture floreali e da luminarie studiate ad hoc da Mariano Light. Non mancheranno musiche e spettacoli a tema per tutte le serate dell’evento (2-3-4 giugno) con il clou del concerto dei Crifiu, nonché visite guidate nel centro storico, incontri, approfondimenti e sfilata di auto e moto d’epoca della omonima scuderia di Leverano. Altra novità targata 2023, la nascita del gruppo giovanissimi di Leverano In Fiore, figli e nipoti di chi da sempre lavora con le mani nella terra per produrre bellezza e vuole continuare sul solco di una tradizione tracciata dalle proprie famiglie.

All’interno della Torre di Federico II, l’evento “Luminarie in Fiore”, appuntamento sensoriale fruibile nei giorni dell’evento realizzato in collaborazione con Mariano Light. Le luminarie nell’immaginario di un disegnatore luminarista paratore, richiamano i fiori e le margherite, a tema con l’evento. Un’esperienza senza precedenti. Dalle 19.30 alle 0.30, potranno accedervi 26 persone a spettacolo, 22 tra gli archi e  4 al centro, per una durata di 12-15 minuti.

“L’arte – dice il sindaco Marcello Rolli – deve continuare a seminare bellezza e l’arte floreale è simbolo di bellezza, cura, ricerca, lavoro. In un territorio che ha sempre lavorato e prodotto fiori, ortaggi, vino di qualità, si fa cultura, dialogo, turismo proprio con la floricoltura, si abbattono i muri e si costruiscono ponti. Oggi abbiamo con noi la terza generazione dei floricoltori leveranesi, un segnale di continuità straordinario”.

“Il tema di Arteflorando di quest’anno – spiega Ivan Berghella, della Ivan Bergh Floral School – è Ama. E da qui si intuisce il messaggio di bellezza, amore declinato in tutte le sue sfumature partendo proprio dalla terra, che Leverano vuole lanciare. Quest’anno tra le varie novità anche il wedding sostenibile”.

“Siamo gente semplice – afferma Antonio Paglialunga, presidente dell’associazione Leverano in Fiore – abituata a lavorare sodo ogni giorno da sempre, non siamo usi ai palchi e ai riflettori, ma vedere splendere di luce la nostra comunità grazie al messaggio che dal nostro quotidiano e dai nostri gioielli, i fiori, viene fuori, è un’emozione straordinaria, che fa vibrare l’anima. Con l’evento testimoniamo che siamo una comunità  viva e piena di bellezza”.

“Quarant’anni fa ero un bambino – ricorda Sandro Leone, anima dell’evento dalla sua prima edizione – raccolsi il testimone di chi nella nostra terra aveva scommesso tutto, il futuro di Leverano e della sua economia ed essere qui, nel 2023, dopo una dolorosa e pesante pandemia, a organizzare un’altra edizione di questa rassegna significa credere nelle radici, nel cuore, nella squadra, nel noi. Ci confermiamo comunità solidale perché le somme che avremmo dovuto utilizzare per l’acquisto di targhe e gadget per i partecipanti, saranno invece devolute ai fratelli alluvionati dell’Emilia Romagna insieme al ricavato della vendita di piantine fiorite nel box dedicato”.

“Sono venuto a conoscenza della straordinaria manifestazione lo scorso anno, da visitatore –   sottolinea Mario Vadrucci presidente della Camera di Commercio di Lecce – e ne sono rimasto entusiasta ed è per questo che la CCIAA quest’anno ha deciso di supportarlo. Siamo davanti a un grande strumento di promozione del territorio, utile anche a destagionalizzare il turismo nella nostra terra e la grande famiglia della Camera di Commercio di Lecce sostiene il meglio del territorio facendo squadra”.

“Il 1° giugno – aggiunge Pietro Piccioni, direttore di Coldiretti Puglia – presso la sala delle assemblee della BCC di Leverano ed il  2 giugno a Palazzo Gorgoni, si terrà il primo Congresso nazionale del Fiore, organizzato da Coldiretti, in collaborazione con Assofloro e Affi, che vedrà la partecipazione del presidente nazionale di Coldiretti, Ettore Prandini. Alla due giorni dedicata al fiore, sia reciso che in vaso, i riflettori saranno puntati sugli effetti di fiori e piante verdi sulla salute umana, le tendenze dello stile e dei colori, la stagionalità del fiore e le differenze tra i fiori tricolore e quelli provenienti dall’estero in termini di qualità e ambiente”.

 

Info e programma:

Leverano in Fiore