• martedì , 18 Gennaio 2022

Rubrica/Guardiamoci attorno - 06 Nov 2021

I bagni pubblici di piazza Delle Poste: inguardabili e chiusi da anni


Spazio Aperto Salento

Dire bruttura è poco. I bagni pubblici di piazza Delle Poste, sono inguardabili anche se chiusi  da anni. Aldilà delle transenne che per ovvi motivi, non ultima la sicurezza dei passanti, li circoscrivono, la scala che una volta si scendeva per accedere ai servizi, è stata trasformata in una discarica a cielo aperto. Sui suoi scalini sono infatti cartacce d’ogni tipo e genere, bottiglie vuote, cicche di sigarette, pezzi e residui di plastica, e chissà cos’altro ancora. Rifiuti solo in parte depositati dal vento, ma verosimilmente gettati dall’alto  dagli stessi passanti. Quelli, beninteso, non proprio civili, e che evidentemente, al decoro della città tengono assai poco.

Assieme ai numerosi mattoni divelti sparsi tutto attorno, la zona dei bagni pubblici non è davvero un bel vedere. Specie se si considera la sua posizione in una delle zone nevralgiche della città, per di più frequentata dai turisti e dai pedoni della vicina strada del passeggio, Salvatore Trinchese, che verso di essa si dirigono anche dopo aver parcheggiato le auto nelle aree delimitate dalle strisce blu sparse in tutte le vie adiacenti.

Per fortuna – si fa per dire – se la passano un po’ meglio gli altri bagni pubblici ubicati dall’altra parte della stessa piazza Delle Poste, che in verità, come testimonia la statua a lui dedicata, è intitolata al patriota e rivoluzionario Giuseppe Libertini (Lecce, 1823-1874).  Il perché è presto detto. Così come si legge in un apposito cartello, la toilette in questione è “gestita”, e per questo, se non proprio perfette e nonostante la scala spesso invasa dalle foglie secche, le sue condizioni sono quantomeno dignitose.

Se, dunque, i bagni pubblici a ridosso di uno dei Bastioni del Castello di Carlo V, hanno bisogno di maggiore cura, quelli compresi fra l’ex grande magazzino Zara ed il mercatino dei fiori di piazza Delle Poste, hanno bisogno di una vera e propria risistemazione. Che sia prevista nell’annunciato piano di riqualificazione dell’intera area attorno all’antico maniero? È quanto ci auguriamo.

© Riproduzione riservata

 

ELENCO DELLE “BRUTTURE”

1- Scivoli piazza S. Oronzo, dal 27 agosto 2021.

2- Pedana Castello Carlo V, dal 23 ottobre 2021.

3- Bagni pubblici piazza Delle Poste, dal 6 novembre 2021.

ELENCO DELLE “COSE BUONE”

1- Corrimano zona piazza Mazzini-Circonvallazione, dal 30 ottobre 2021.

 

Foto in alto: la scala di accesso ai servizi trasformata in discarica

 

I bagni pubblici di piazza Delle Poste transennati e chiusi da tempo

Lecce, la “toilette gestita”

 

L’immagine-logo della Rubrica è stata elaborata da Mood Comunicazione di Galatina